Pre partita Virtus-Olimpia Lubiana: la Champions riparte dal fanalino di coda

Tempo di lettura 3 minuti
206 letto

La Virtus torna in campo per la Champions League, dopo una pausa di quasi un mese. Ci sono da riscattare le sconfitte di Klaipeda e Ostenda per conservare il primo posto solitario. Ospiti saranno gli sloveni dell’Olimpia Lubiana, ultimi in classifica.

GAME INFO

Quando: mercoledì 9 gennaio, ore 20.30

Dove: Paladozza, Bologna

TV: Eurosport Player e Rai Sport

Classifica: Virtus prima con sette vittorie e due sconfitte, Lubiana ultima con una sola vittoria all’attivo.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA OLIMPIA LUBIANA
Tony Taylor Jan Span
Kevin Punter Miha Lapornik
Pietro AradoriAleksandar Lazic
Amath M’BayeMarvin Jones
Brian QvaleMirza Begic

INDISPONIBILI

Virtus: nessuno

Lubiana: nessuno

Andamento Lubiana: Impegnata su tre fronti (Campionato Sloveno, ABA Liga e Champions League), l’Olimpia sta vivendo una stagione parecchio difficile: 23 sconfitte in 36 partite ufficiali giocate fin qua. 1-8 in Champions, 4-10 in ABA Liga, si salva parzialmente nel campionato domestico (8-4), dove, però, il livello è molto modesto e in cui è reduce dalla vittoria casalinga contro il Tajfun Sentjur (di cui, nel caso foste interessati, potete trovare il video integrale qua sotto).

PRONOSTICO VNERA: Virtus 70% Lubiana 30%

VOTATE CON NOI!

Chi vincerà mercoledì?

View Results

Loading ... Loading ...

5 APPUNTI SU LUBIANA

1. Pagano la grande gioventù del roster

A oggi l’Olimpia Lubiana è una delle peggiori squadre della competizione. Le otto sconfitte in nove partite non sono casuali e anche i numeri lo testimoniano. 25esimi per offensive rating, 28esimi per defensive e 30esimi per differenziale (-11,9). Questo è in parte dovuto al fatto che il roster sia davvero molto giovane: ci sono ben dieci giocatori (in un roster complessivo molto ampio), che giocano minuti regolari, tra i 19 e i 24 anni. Non è una novità per le squadre slave di puntare molto sul far crescere i ragazzi, specialmente locali, ma è anche una cosa che si tende a pagare, a meno di non avere dei fenomeni in casa.

2. Tanti palloni persi

Le difficoltà offensive vengono anche da una gestione del pallone piuttosto approssimativa: 31esimi nella competizione per turnover percentage registrando una palla buttata alle ortiche nel 17% dei proprio possessi. E non aiuta certo lo sviluppo offensivo il fatto che il peggiore in questa categoria sia il cambio del playmaker, Jusuf Sanon: 27.7%, terz’ultimo tra le guardie in Champions.

3. Fuori Reynolds e Mesicek dentro Domen Lorbek

Rispetto alla partita d’andata non c’è più Scottie Reynolds, rilasciato a fine novembre, dopo un paio di mesi non proprio indimenticabili (12 punti di media col 32% di turnover percentage). Al suo posto, da meno di un mese, è arrivato il 33enne ex Treviso e fratello di Erazem, Domen Lorbek, per dare una mano nel reparto guardie. Finora per lui tre partite giocate in ABA Liga con numeri non scintillanti (6 punti di media col 28% da tre). Fuori anche Blaz Mesicek: il 21enne, l’anno scorso in prestito a Brindisi, ha lasciato i Dragoni a metà dicembre, rescindendo il proprio contratto, ed è ora free agent.

4. Span e Lapornik danno spessore al back court

Le due certezze dell’Olimpia, fin qua, sono stati playmaker e guardia nazionali: Jan Span e Miha Lapornik. Il primo, 26enne nativo di Lubiana, è stato fin qua il faro in Coppa, viaggiando a quasi 15 punti di media con il 48% da tre, il secondo, 25enne con un’esperienza anche a Bilbao in ACB, lo spalleggia bene, producendo 13.6 punti con 10 conclusioni tentate a incontro.

5. Sotto canestro ci pensa Mirza

Il riferimento vicino al ferro, invece, è l’espertissimo ex Virtus Mirza Begic. Con i suoi 215 centimetri e l’esperienza maturata in anni di campionati in giro per il Vecchio Continente, Mirza sa ancora rendersi utile. 10.1 punti con 5.4 rimbalzi e 1.2 stoppate. Uno dei pochi con un net rating positivo (+8) e cifre discrete a rimbalzo (12.6% a rimbalzo offensivo). Non è un mostro, ma sicuramente un giocatore che andrà tenuto d’occhio.

Seguiteci anche su
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *