VNera Risponde: perché la Virtus non prende nessuno in questo momento?

Brian Qvale
Tempo di lettura 2 minuti
484 letto

Kelvin Martin fuori fino a metà dicembre, Brian Qvale che gioca una partita si ed una partita no, non è il caso di prendere un nuovo giocatore?

Virtus che nelle ultime partite poi senza il suo numero 1 (di canotta ma forse non solo 😃) ha subito tantissimo a rimbalzo con 36,5 palloni non catturati sul tiro e in difesa con 84,1 punti subiti a gara.

Per non parlare poi del capitano, che ha faticato molto ed ha evidenziato per ora un’autonomia limitata dopo l’infortunio in preparazione: faticando molte volte con avversari veloci come Mockevicius oppure Udonoh o forse la sua mancanza è stata un fattore in negativo nella sconfitta contro Cremona con Kravic in difficoltà in marcature su Mathiang.

Pajola e Cournooh hanno cercato di sopperire la mancanza di Martin ma nelle sconfitte contro Pesaro e Cremona in campionato McRee e Aldridge hanno concluso in doppia doppia creando tanti grattacapi in difesa e rendendo poi l’attacco meno fluido per lo sforzo dei due giocatori nella propria metà campo.

Si ma con queste difficoltà e con questi risultati (7 vittorie di fila ma 50% e ottavo posto in campionato) qual’è l’obbiettivo della Virtus?

Playoff.

Per ora è questo l’obbiettivo della VNera, post season scudetto e second round Bcl; quindi al momento la squadra di Sacripanti sta ottenendo gli obbiettivi dichiarati e in coppa addirittura gli mancano poche gare per qualificarsi matematicamente, rendendo quindi la corsa ai primi otto posti tranquillamente alla portata.

Ma quindi qual’è il ruolo da rinforzare in questa Virtus?

Con Kelvin Martin out, nel ruolo di esterni ruotano esattamente 4 giocatori (Pajola, Cournooh, Mbaye, Aradori) ed i primi due secondo me questa stagione si sono guadagnati i minuti sudati in queste partite e sono necessari per far sviluppare e progredire la squadra del futuro; secondo noi il ruolo più scoperto è quello del centro.

Non è meglio prenderlo ora?

Ora come ora, i giocatori disponibili e senza contratto sono pochi e non adatti a rinforzare subito la squadra, noi crediamo che aspettare la fine del primo turno di Basketball Champions League potrebbe aprire a tanti nuovi giocatori: più forti, più vogliosi di vincere la coppa e magari d’accordo a giocare o non essere convocati per il campionato sacrificandosi per l’obbiettivo finale.

Non è che stiamo perdendo tempo?

Per noi no, siamo in completa corsa playoff in campionato e ad un passo da quelli della Basketball Champions League.

I primi di febbraio magari potrebbe essere il nostro ultimatum per l’aggiunta dal mercato, giusto in tempo per partecipare ad un eventuale Final eight di Coppa Italia e appunto per i playoff di Bcl, ma non temete cari tifosi.

Il post partita Patrasso – Virtus Bologna

Champions League
Tempo di lettura 2 minuti
162 letto

Una grande vittoria contro un avversario che non ha mai mollato la presa rimontando per quattro volte nel punteggio fino al crollo fisico nel finale.

GAME INFO

Risultato: vittoria 85-95.

Andamento:Record di Bcl ✔️: sette vittorie di fila e primo posto nel girone..

Fattore X della gara: I due tiri liberi sbagliati nel finale di Tsarelis hanno fermato l’energia della squadra greca, dopo i canestri pesantissimi di Tony Taylor.

Classifica: Primo posto nel girone a 14 dietro a Patrasso 12, Strasburgo 11, Besiktas Bayreuth Neptunas 10, chiudono Ostenda a 9 e Lubiana 8.

Prossime partite: Domenica alle 18.15, ottava di campionato a Pesaro.

VOTATE CON NOI LA PRESTAZIONE DELLA SQUADRA!

Che VNera è stata in Patrasso-Virtus?

View Results

Loading ... Loading ...

5 APPUNTI SULLA PARTITA

1. Quinta partita sopra gli 80 punti

La Virtus ogni gara ha un protagonista diverso sul finale, ma ha un equilibrio offensivo davvero invidiabile e segnare più di 80 punti di media in 40 minuti vuol dire che ogni muoviamo spesso il tabellone e siamo molto pericolosi ai occhi dei nostri avversari.

2. DOGGY DOGGY

Chi lo marca DOGGY DOGGY? Aradori sta giocando in maniera clamorosa e noi a fine gara abbiamo lanciato questo appello

3. Tagliamo quel Qvale!

Doppia doppia e prestazione maiuscola per il nostro capitano. Dobbiamo aspettare la migliore prestazione e noi in precedenza avevamo scritto un focus su di lui

Focus: Brian Qvale, gli infortuni e il mercato

4. È tornato il tiro da tre

Quarta partita sopra le 10 bombe realizzate dal campo, Aradori è uno dei principali protagonisti di questo dato ma non dimentichiamoci del contributo fondamentale di Cournooh Cappelletti e Baldi Rossi realizzando triple dalla panchina

5. Gioco di squadra

Nella vittoria contro Strasburgo il grande protagonista è stato Kevin Punter con Aradori che intelligentemente ha passato la palla più volte;

nella gara contro Patrasso è stato Tony Taylor nel finale con appunto Aradori in trance agonista e Punter un po’ in ombra che hanno passato la palla al nostro play con il 7.

È una squadra che si rispetta e si sta conoscendo sempre di più e conosce quando un giocatore è più preciso e sicuro rispetto ad un altro anche in momenti importanti della gara.

Pre partita Virtus – Strasburgo: vincere per staccarsi in testa nel girone e continuare a prendere punti fondamentali in casa

Champions League
Tempo di lettura 2 minuti
244 letto

Dopo la bella vittoria in casa contro Cantù, la Virtus scende in campo 75 ore dopo in Basketball Champions League contro i temibili avversari dello Strasburgo.

GAME INFO

Quando: Mercoledì 14 novembre, ore 20:30

Dove: Paladozza, Bologna

TV: Eurosport Player

Classifica e risultati: la Virtus è ancora imbattuta in BCL, Strasburgo invece si è riscattata battendo Patrasso dopo aver perso la prima gara di coppa contro i lituani del Neptunas.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA STRASBURGO
Tony Taylor Mike Green
Kevin Punter Mardy Collins
Pietro Aradori Quentin Serron
Amath M’Baye Florent Pietrus
Brian Qvale Youssoupha Fall

INDISPONIBILI

Virtus: Kelvin Martin

Strasburgo: Jarrell Eddie in dubbio

ANDAMENTO STRASBURGO

Secondo posto nel girone D appena sotto di noi per i francesi con una differenza canestri di + 17 (a differenza nostra con +76) come detto si sono riscattati dopo la brutta sconfitta contro Neptunas, battendo Patrasso 83-78 eccovi il video con le migliori azioni

PRONOSTICO VNERA:

Virtus 60% Strasburgo 40%

VOTATE CON NOI:

Chi vincerà mercoledì sera?

View Results

Loading ... Loading ...

LE PAROLE DI COACH SACRIPANTI NEL PRE PARTITA

Domani sera ci troveremo di fronte la squadra che fin qui si è dimostrata l’avversaria più forte del nostro girone. Il Sig Strasbourg è un gruppo completo, che mette in campo giocatori di altissimo livello. Noi abbiamo un compito preciso, dobbiamo continuare a migliorare partita dopo partita. In questo senso, la sfida di domani sera sarà un test molto probante, sotto l’aspetto tecnico e anche in considerazione dell’imbattibilità che ancora manteniamo nel girone. Siamo al comando, dobbiamo cercare di proseguire su questa strada

5 SPUNTI SU STRASBURGO

1. Corrono ma non stra-corrono, bisogna farli stancare!

Strasburgo con in squadra giocatori pesanti come Fall o esperti come Traore o gli stessi Green e Mardy Collins, tende a correre poco in campo o prendere conclusioni affrettate: infatti sono 70,6 come Pace nelle ultime partite a differenza dei 72.6 della Virtus

2. panchina molto prolifica, marchiamoli!

In attesa di capire se ci sarà l’esordio di Jarrell Eddie, bisogna stare molto attenti alla panchina francese: Nicolas Lang è il migliore dei suoi in efficenza con +25.0 e in attacco la sua presenza è fondamentalmente (145.7 punti su 100 possessi secondo la statistica avanzata come Offensive Rating) ma non è l’unico, bisogna marcare molto bene anche Jeremy Nzeulie che in questa Basketball Champions League sta segnando 14.8 punti di media.

3. perdono molti palloni, corriamo in contropiede!

Strasburgo si passa tanto la palla ma tende anche a perdere tanti palloni: infatti il turnover ratio è di 17.4% su 100 possessi (a differenza nostra 11.4), la Virtus quindi deve essere molto brava a correre per approfittare dei tanti errori di lettura degli ospiti.

4. Traore unico colosso difensivo

I dati parlano che quando in campo è presente l’esperta ala grande francese, Strasburgo mette tanto in difficoltà qualsiasi avversario: 99.2 su 100 possessi di Defensive rating è un signor dato in una squadra che di media subisce 75 punti.

Per Ali Traore anche una grande presenza a rimbalzo: il 15.9% Total Rebound e il 26.7 efficenza, sono dati importanti per un giocatore talismano a livello statistico difensivo e visto i numeri di efficenza anche offensiva.

5. pochi isolamenti 

64.2% di Assist ratio è un dato molto significativo di una squadra che non ha giocatori di spiccato talento offensivo, ma tanti gregari che messi nelle giuste condizioni possono segnare con regolarità; quindi il restante viene creato da isolamenti come semplici contropiedi o secondi tiri, caratteristica di una squadra completamente differente della Virtus e dobbiamo sfruttare questa nostra caratteristica.

Virtus perde a Reggio e finisce la stagione

Virtus
Tempo di lettura 2 minuti
65 letto

Finisce qua la stagione della Virtus, che perdendo al PalaBigi 104-99 nell’ultima giornata di campionato non farà i tanto agognati playoff ma concludendo nona a 30 punti e con la terza sconfitta nelle ultime 4 gare.

Inizio cara Reynolds incontenibile, ventello già alla pausa senza errori, 14 a 7 e Virtus intimorita e scossa dalla gran partenza reggiana; Segafredo senza risposte contro la zona 3-2 di coach Menetti e troppo immobili in difesa: 25 a 15 GrissinBon in uno dei peggiori quarti della stagione.

Neppure la pausa sveglia la VNera e concede a Reggio il 77% dal campo continuando a far male e allungando a +21 (42 a 21): 50-32 alla pausa lunga; 50 punti subiti in tempo dal quarto peggior attacco del campionato non serve un altro per giustificare la brutta prestazione difensiva dei ragazzi.

Nella ripresa dopo i tentativi invani in attacco di Ale Gentile, LaFayette guida una mini rimonta fino al -4 (67-64) dopo un break di 30-15 in nove minuti, ma senza mai dare l’idea di voler mordere seriamente l’incontro, prova a rientrare il nostro numero zero ma al posto di pareggiare la gara, in un minuto Reggio allunga +14 chiudendo 77 63 al trentesimo.

L’ultimo quarto la Virtus disperatamente tenta di riavvicinarsi dopo il +18 toccato dal solito Reynolds e con LaFayette in stato di grazia e Aradori arrivano fino a -9 a cinque minuti dalla fine (89-80) ma alla fine è costretta ad arrendersi stremata, sconfortata e senza idee e soprattutto voglia così dopo 40 minuti il punteggio finale è di 104 a 99.

26 su 35 da due per Reggio contro il 21 su 36 di Bologna

37 punti per Reynolds 12 su 13 al tiro, 12 su 12 in lunetta, 10 rimbalzi e 52 di valutazione sette assist di Lumpard

30 punti 8/13 da 3 e 6 falli subiti per LaFayette, 20 e 5 assist per Ale Gentile, 15 punti 4 assist per Aradori.

Post-partita Pistoia – Virtus Bologna: a due punti dai playoff?

Virtus
Tempo di lettura 2 minuti
148 letto

Erano importanti i due punti e sono arrivati in una partita oggettivamente brutta, comandando la partita dal primo all’ultimo minuto.

GAME INFO

Risultato: Vittoria a Pistoia 61-74

Fattore X della gara: le percentuali al tiro Virtus rispetto quella avversaria

Tabellino della gara:

VIRTUS: Nicoli NE; Pajola 1 ; Baldi Rossi 7; Ndoja 6; Lafayette 15; Aradori 16; Gentile S. 7; Lawson 4; Slaughter 18; Wilson 0. All. Ramagli

Classifica: ottavo a 30 punti insieme con Varese Cantù (entrambe persa differenza canestri)

Cosa ha detto coach Ramagli: “avevamo bisogno di una gara solida e siamo stati bravi a farlo da subito”

Prossime partite: in casa contro Avellino, trasferta contro Reggio Emilia

5 appunti sul post-partita Pistoia – Virtus

1. Ancora male al tiro libero

68% (siamo per fortuna sopra la media ovvero 67%) ma dopo un 77% contro Varese e le due partite prima con convincenti prove sopra al 80% (a Torino e in casa contro Cantù) tiriamo ancora malissimo in questo fondamentale

2. Dominio a rimbalzo

42 rimbalzi, tra cui 29 in difesa e 13 in attacco; non è la nostra miglior prestazione (44 contro Cantù nonostante la sconfitta) ma è il secondo miglior risultato stagionale

3. Ottima difesa la migliore in trasferta, ma non della stagione

Nell’ultima gara la difesa della Virtus è stata un fattore, 86.1 di difensive rating (punti segnati in 100 possessi) è la migliore in trasferta, ma come abbiamo scritto nel titolo i 66.6 possessi subiti alla seconda di campionato contro Orlandina sono la migliore prestazione difensiva dopo l’altra partita sempre in casa contro Pesaro 85.1.

4. Pistoia ha tirato malissimo

Il 35% dal campo dei toscani è a tutti gli effetti il record di percentuale dal campo subita più bassa in tutto il campionato; sempre Capo d’Orlando e Pesaro in quelle partite si erano avvicinate al 37% al Paladozza, così come Torino al PalaRuffini sempre al 37, ma Pistoia ieri pomeriggio ha fatto peggio di tutte, in casa.

5. LaFayette in trasferta è continuo, in casa fa molta fatica

Infine abbiamo analizzato il giocatore più discusso di quest’anno, notando come le sue percentuali siano completamente differenti rispetto al Paladozza:

In casa Olivier tira da 2 con il 37%, da 3 con il 27% e 32% dal campo, 4 assist e 1,6 rubate e 1,5 perse a partita;

in trasferta LaFayette invece tira da 2 con il 41%, da 3 con il 35% e 38% dal campo, 2,5 assist e 1,3 rubate e 1,5 perse a partita;

cambiate quindi i tabelloni del Paladozza per il povero Olivier!