5 spunti statistici di squadra su Virtus-Brindisi

Tempo di lettura 2 minuti
246 letto

Vittoria inusuale per la Virtus domenica contro Brindisi. Dopo un periodo in cui era stata la difesa a salire in cattedra (70 punti di media subiti nelle ultime tre partita, 97.8 di defensive rating), si è vinto quasi esclusivamente grazie all’attacco. Guidato da uno dei migliori Alessandro Gentile della stagione.

Tutti i quintetti schierati dalla Virtus contro Brindisi e il relativo plus/minus. Lawson e Aradori presenti in tutti i primi cinque.

Vediamo allora un po’ di numeri sulla prestazione di squadra della Segafredo:

  • Miglior prova di tiro in tutta la stagione quella contro la squadra di Frank Vitucci: 55,4% complessivo dal campo. Migliori prestazioni anche per effective field goal (64,6%) e true shooting percentage (65,1%). 122.2 di rating offensivo, inoltre, rappresenta la quarta miglior prestazione in stagione;
  • Il tutto assecondando il ritmo altissimo imposto da Brindisi alla partita: 77 possessi giocati, il terzo numero più alto di tutte le partite fin qui disputate, dietro solo alle vittorie casalinghe con Pesaro e Capo d’Orlando;
  • La difesa comunque, pur andando molto ad intermittenza, ha avuto alcuni flash e ha tenuto ancora gli avversari sotto il 35% da tre: quattordicesima volta in stagione, con la Happy Casa ferma a 8/23 da dietro l’arco, non andando, nel complesso, oltre al 47% complessivo al tiro (anche se la Virtus, in media, concede il 44%);
  • La grande prestazione di Alessandro Gentile, che ha segnato parecchi canestri con iniziative personali, ha un po’ penalizzato la circolazione di palla. Solo tredici assists su ventiquattro canestri realizzati. Che cozzano con altrettante palle perse a fronte di soli quattro recuperi;
  • Dove la Segafredo ha davvero faticato è stato a rimbalzo: 38-33 per Brindisi, con la stazza di Lydeka e l’atletismo di Smith a far male ai lunghi bianconeri. Solo il 46,5% dei rimbalzi complessivi catturati, contro un dato che, solitamente, si attesta sul 50%. A testimonianza delle fatiche nel pitturato anche zero stoppate, per la quinta volta in stagione, a testimonianza di un tasso di intimidazione a centro area che sicuramente può essere migliorato;

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *