5 spunti statistici di squadra su Brindisi

Tempo di lettura 2 minuti
261 letto

Ecco i consueti cinque spunti statistici di squadra sulla prossima avversaria della Virtus, la Happy Casa Brindisi, reduce da una fondamentale vittoria in chiave salvezza contro Pesaro:

  • Squadra che alza parecchio i possessi: è quarta in serie A per pace con 74 possessi giocati per partita. La Virtus ultimamente ha dato il meglio di se abbassandoli i possessi. Vediamo come questa caratteristica verrà gestita;
  • E’ però uno dei peggiori attacchi del campionato. 76,7 punti per partita (72,8 in trasferta) con uno scarso 102,4 di offensive rating, dato che in trasferta scende fino a un ancor peggiore 98,2. Cosa incoraggiante, considerata l’esponenziale crescita della difesa Segafredo che gira a 99,7 di rating difensivo nelle ultime sette partite, in cui è rimasta sotto quota 100 quattro volte. Al momento è la seconda miglior difesa del campionato: 103,8 di rating, dietro solo a Milano;
  • In difesa le cose non vanno così male, anzi. Con 107,6 di rating difensivo è nona in serie A, e il dato è, in proporzione, ancora migliore in trasferta. Pur concedendo qualcosa in più, 108,6 di rating, è quarta considerando solo le partite giocate fuori casa. E’ un numero però da prendere con le molle: ha influito, infatti, molto la presenza di Cady Lalanne, che ha rescisso il contratto a inizio febbraio e fino a quel momento era largamente il miglior giocatore della squadra e uno dei migliori in campionato. Nelle quattro partite giocate fin qua senza di lui il rating difensivo si è alzato fino a 111,2;
  • Squadra che tira poco e abbastanza male da tre punti: 32% di realizzazione, quattordicesimi in serie A con solo il 26% delle loro azioni che si conclude con un tiro da dietro l’arco (quindicesimi). Anche qui, la Virtus pare partire con un bel vantaggio: i bianconeri sono secondi in serie A per la peggior percentuale da tre punti concessa agli avversari (31,1%), e primi per quanto riguarda esclusivamente le partite giocate in casa (29,7%);
  • Stando ai numeri la Happy Casa brilla per quanto riguarda la presenza a rimbalzo difensivo, con il 73,8% dei rimbalzi disponibili catturati sotto il proprio tabellone (secondo miglior rilievo del campionato). Ma, anche qui, il numero è pesantemente influenzato da quella che era la presenza di Lalanne. Dalla sua dipartita la cifra è scesa al 68,8%, che li posizionerebbe quindicesimi. Trend simile anche per quanto riguarda rimbalzi offensivi e rimbalzi: 24,5% dei rimbalzi offensivi disponibili catturati (quindicesimi) e solo il 44,7% dei rimbalzi totali catturati (ultimi di parecchio). Va detto che queste cifre si riferiscono a quattro partite, di cui tre giocate contro Milano, Avellino e Brescia;

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *