5 spunti sui singoli di Virtus – Olimpia

Tempo di lettura 2 minuti
190 letto

Ecco i consueti 5 spunti statistici sui singoli di Virtus – Olimpia

• Ale Gentile ha faticato contro la sua ex Milano: il 30% al tiro è di fatto il peggior dato in campionato superando quello della sconfitta di Torino, ha però perso 0 palloni e dato 4 assist e quel 4.0 di Ast/To è il migliore della sua stagione

• purtroppo stavolta in attacco Pajola ha faticato un bel po’: quel 48.3 di Offensive Rating (punti per 100 possessi) ha di fatto condizionato la sua partita

• le 5 palle perse di LaFayette sono il record in negativo in stagione e se è già criticato diciamo che questo brutto dato non fa altro che alimentare questa polemica (4 contro Pesaro all’andata)

• Ancora 67% da tre per Klaudio Ndoja contro Milano: si tratta della sua miglior percentuale in campionato fin ora fatta sempre contro l’Olimpia

Lawson è alla terza partita consecutiva senza triple segnate è alla terza partita con meno di 5 rimbalzi catturati (3 vs Sassari, 3 vs Venezia, 4 vs Milano) anche Slaughter però non aiuta: seconda partita senza nessun rimbalzo in attacco catturato, ok i clienti erano scomodi ma la sua gravità nel colorato è fondamentale per aumentare le chance di vittoria

Svetta su tutti Marcus Slaughter. I numeri non bocciano Lawson, ma sono statistiche su un minutaggio troppo ridotto per essere davvero credibili. La grande energia di Ale Pajola questa volta non si è tradotta in un contributo numerico davvero positivo.

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *