Ale Gentile non si ferma, la Virtus batte Brindisi 94-85

Tempo di lettura < 1 minuto
279 letto

Seconda vittoria consecutiva, settima nelle ultime otto partite casalinghe per la Segafredo che supera 94-85 Brindisi e sale 26 punti in classifica.

Quinta sconfitta nelle rispettive sei gare, quarta di fila esterna per Happy Casa che rimane a 14 in graduatoria.

Positiva la partenza di Baldi Rossi e Aradori +7 per i bianconeri dopo tre minuti; 25 a 19 al 10º dopo il canestro sulla sirena di Aradori.

Smith Lydeka e Giuri in contropiede guidano la reazione biancoblu rientrando a -2, Ale Gentile diventa un fattore e la Virtus tocca il +11 al 15º, anche grazie la grande difesa di Pajola; 49-41 all’intervallo.

In avvio di ripresa Smith e Lydeka permettono a Brindisi di riavvicinarsi a -4, ma AleGent è sempre più immarcabile +12 al 28º, 75 a 58 al 30º.

Ultimo quarto Lawson e Aradori consentono alla Segafredo di allungare a +15; Giuri però non getta la spugna, ma la Virtus ribatte colpo su colpo pugliese e allora la Happy Casa è costretta a issare bandiera bianca.

55% dal campo per la VNera contro 47% dal campo per i pugliesi

31 per Ale Gentile con 11 su 15 da 2 e due su tre da oltre l’arco

17 e 6 palloni catturati per Aradori

Dall’altro lato 10 su 14 al tiro per Lydeka, 19 per Giuri, 18 e 11 rimbalzi per Smith, 8 assist per Moore

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *