Carta d’identità: Josh Adams

Tempo di lettura 6 minuti
860 letto

LA CARRIERA

Non scelto al draft NBA, si fa il classico giro di Summer League (con Denver) e poi firma in Russia, con l’Avtodor Saratov. Qui lo snodo che poteva cambiargli per sempre la vita: pochi giorni prima di partire per l’Europa, mentre sta facendo un ultimo giro a salutare amici e familiari, Josh ha un incidente d’auto. Si addormenta al volante e finisce in un fosso.

Rischia la paralisi permanente a causa di una frattura al collo a cui si aggiunge anche una lussazione allo sterno e venticinque punti in fronte che, tutt’oggi, rendono le conseguenze di quell’incidente ancora ben visibili.

A complicare il tutto ci si mette anche il fatto che, essendo lui appena uscito dal college, manchino i soldi per pagare l’operazione necessaria a rimetterlo in piedi. Lui e la sua famiglia si affidano, allora, a un crowdfunding. La buona notizia è che le sue prestazioni sul campo sono ancora ben impresse nella memoria dei suoi tifosi e amici sia di high school che di università.

Vengono raccolti quasi cinquantamila dollari, buoni per pagare l’operazione che lo rimette in piedi e gli permette di tornare a giocare. Mesi di riabilitazione sul campo della sua vecchia scuola gli permettono di esordire con la maglia di Saratov già a gennaio. Il contratto con i russi sarebbe biennale, ma gioca già a un livello che attira le attenzioni dell’Efes in Eurolega.

Un po’ di salti folli di Josh Adams

Per i turchi, però, è una stagione maledetta (finiranno con sole sette vittorie in trenta partite in Europa) e a metà stagione Adams si trasferisce al Besiktas, dove sarà compagno di Kyle Weems.

L’anno successivo si divide tra G-League (Toronto 905) e Cina (Shanxi Zhongyu), poi arriva la chiamata dell’Unicaja Malaga, con cui gioca una Eurocup di altissimo livello, mentre in campionato, di squadra, arriva qualche difficoltà in più. Che non gli impedisce, comunque, di mettere in mostra tutte le sue caratteristiche.

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *