Consigli per gli acquisti: chi vogliamo come guardia

Tempo di lettura 3 minuti
428 letto

È estate ed è tempo di mercato. Visto che quotidiani e siti buttano nomi più o meno verificati, anche noi di VNera vogliamo consigliare, RIPETIAMO CONSIGLIARE, qualche nome, prendendo spunto dal modo di giocare di Aleksandar Djordjevic.

In questi articoli, divisi per ruolo, troverete profili di giocatori che possono fare al caso della Virtus, ma che sono semplicemente suggeriti da noi, senza nessun sentito dire o rumors alle spalle.

Quali sono le guardie o shooting guard che predilige Sasha Djordjevic?

Partiamo dalla Serbia dove troviamo stabile, e ci mancherebbe anche, Bogdan Bogdanovic. Il giocatore dei Sacramento Kings è la guardia titolare della squadra, ma a volte si sposta anche in posizione di ala. Questo quando Djordjevic inserisce un’altra guardia per coprire difensivamente Teodosic. Al Panathinaikos Sasha ha avuto James Feldeine e Nikos Pappas. In Germania, invece, Reggie Redding. In definitiva Djordjevic vuole giocatori con grandi doti offensive e atletiche, che possano sopperire magari le carenze difensive con il fisico.

Quali sono le guardie ideali per Djordjevic?

Punti nelle mani, grandi tiratori e atleti, quindi chi sono i giocatori con quelle caratteristiche che consigliamo?

1. Drew Crawford

Lo conosciamo fin troppo bene, ahinoi. Ha massacrato la Virtus ogni volta che se l’è ritrovata contro e ha finito la stagione da MVP del campionato di serie A. 28 anni, 196 centimetri, compatto fisicamente, capace anche di trattare il pallone, versatile in difesa. Ha giocato una stagione veramente spaziale. Oltre 18 punti di media, un filo sotto al 37% da tre punti. E’ il prototipo del giocatore perfetto per il basket moderno. Ma al tavolo delle trattative, eventualmente, ci si siederà in folta compagnia.

2. Elijah Bryant

Una delle rivelazioni di questa stagione. Al primo anno in Europa, in uscita da BYU, ha giocato in Isreale, all’Hapoel Eilat, stesso campionato di provenienza di Drew Crawford. E’ partito subito forte, crescendo col tempo e affermandosi come uno dei migliori giocatori del campionato. Guardia con taglia (195 centimetri) è un discreto atleta che in campo non sta mai fermo, cercando sempre una linea di taglio quando lontano dalla palla. 17 punti di media, con oltre cinque rimbalzi, il 39.5% da tre, tutto con uno usage assai contenuto (poco oltre il 21%) e un defensive rating di 103. Un pensierino no?

3. Devyn Marble

Giocatore meno vistoso ma che porta sostanza alla causa. Fisico possente che gli permette di giocare due ruoli (guardia e ala), ha giocato una stagione in crescendo, dove ha recuperato condizione fisica col passare dei mesi. Il talento offensivo probabilmente non è pari agli altri giocatori di cui parliamo qui, sicuramente non al tiro (sotto il 30% da tre quest’anno). Però fa tante cose, si sbatte, può comunque segnare (13 punti di media quest’anno). Non una prima scelta ma una valida alternativa.

4. Nemanja Nedovic

Chiudiamo con due nomi che sono, di fatto, sogni e niente più. Il primo è la guardia di Milano, reduce da una stagione che ha mostrato, se ce ne fosse bisogno, l’immenso talento e un fisico estremamente fragile. Attaccante sublime, tiratore letale (43% da dietro l’arco in campionato), capace anche di andare a rimbalzo (quasi il 9% di total rebound percentage per una guardia è un buon rilievo). Come abbiamo potuto vedere nella partita del Paladozza con Milano, all’occorrenza può anche essere un signor difensore. Diciamo che è un modello a cui ispirarsi, non certo un obiettivo realistico.

5. Vanja Marinkovic

Qui si parla di uno dei maggiori talenti emergenti del basket europeo. Scelto al secondo giro da Sacramento all’ultimo draft NBA. 22 anni e una carriera fin qui spesa interamente nel Partizan Belgrado. Com’è normale che sia, ha ancora lati del suo gioco da sgrezzare, vedi il decision making. Ma ha fisico (198 centimetri), agilità e capacità di segnare in più modi a cui abbina una faccia tosta (a volte pure un troppo) che è molto serba. Non lo vedremo in Virtus, ma segnatevi il suo nome.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *