Cremona – #VIRTUS #BOLOGNA il post partita

Tempo di lettura 1 minuto
281 letto

La Virtus esce con le ossa rotte dopo la trasferta di sabato sera a Cremona.

È la terza sconfitta in quattro gare esterne della Vnera e in classifica viene raggiunta da Trento rimanendo però sempre al quinto posto a 26 punti complice lo scontro diretto a favore.

Siamo stati sempre in difficoltà contro il forte ritmo di Cremona, a differenza della gara contro Brindisi.

Troppi contropiedi subiti e troppi tiri completamente liberi da parte della squadra di Meo Sacchetti che ne ha approfittato alla grande.

Abbiamo perso tanti palloni ben 14 (non è il record stagionale) ma comunque è un brutto campanello d’allarme per le prossime partite, perché nelle ultime cinque gare abbiamo perso sempre più di 12 palloni.

Dall’altra parte la Vanoli ha eguagliato la miglior percentuale da tre in stagione ben il 46%, molti di essi in transizione e dalla lontanissima distanza.

La Virtus di Ramagli però come strategia difensiva ha da sempre avuto problemi su i close out (uscire forte sul tiro) ; in questa stagione infatti ci hanno purgati da fuori se ricordate bene in stagione gli Stojanovic, Markoshvili, Sutton ma solo nel primo tempo per poi calare nel secondo tempo, mentre ieri sera Cremona dopo un primo con il 33% da tre, ha tirato 11/17.

Insomma contro percentuali del genere puoi farci ben poco, ma è importante per il proseguo della stagione, ridurre le palle perse e difendere meglio il tiro da fuori avversario per non perdere nelle ultime cinque gare la qualificazione per i playoff

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *