Pre partita medi Bayreuth-Virtus Bologna: in Germania per conquistare la qualificazione matematica

Tempo di lettura 3 minuti
538 letto

Undicesimo turno di Champions League che vede la Virtus Bologna impegnata sul campo dei tedeschi del medi Bayreuth. A quattro turni dal termine è già ora di iniziare a fare calcoli sulla classifica: una vittoria con simultanea sconfitta di Besiktas (in casa con Patrasso) o Ostenda (in trasferta a Lubiana) renderebbe matematica la qualificazione alla seconda fase. Poi da lì si inizierà a pensare su come ipotecare il primo posto.

GAME INFO

Quando: mercoledì 16 gennaio, ore 20

Dove: Oberfrankenhalle, Bayreuth

TV: Eurosport Player

Classifica: Virtus prima con otto vittorie e due sconfitte, Bayreuth in caccia del quarto posto, attualmente sesto con quattro vittorie all’attivo.

PROBABILI QUINTETTI

MEDI BAYREUTHVIRTUS BOLOGNA
David Stockton Tony Taylor
Kassius Roberson Kevin Punter
De’Mon BrooksPietro Aradori
Adonis ThomasAmath M’Baye
Andreas SeiferthYanick Moreira

INDISPONIBILI

Bayreuth: Hassan Martin

Virtus: David Cournooh

Andamento Bayreuth: Problemi di infortuni anche per i tedeschi, che nella partita del 3 gennaio vinta contro Bamberg in campionato hanno perso il loro uomo di energia, Hassan Martin, per un infortunio a un piede che lo terrà fuori a lungo. Nel frattempo è arrivato l’ex Brescia Erik Mika a sostituirlo, ma anche tre sconfitte filate tra campionato e coppa, seppur in gare non semplici (in trasferta con Bayern Monaco e Ludwigsburg e a Patrasso). In campionato sono sesti con nove vittorie e sei sconfitte, in Champions cercano di agganciare il quarto posto, ma fin qua hanno perso sei partite su dieci.

Gli highlights dell’ultima sconfitta in campionato contro Ludwigsburg

PRONOSTICO VNERA: Bayreuth 51% Virtus 49%

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU BAYREUTH

1. Squadra spigolosa ma che può esaltarsi in attacco

Come ricordiamo anche dalla partita d’andata, Bayreuth è una squadra dotata di una difesa che può creare problemi. Ha giocatori muscolari e di energia e fa uso abbondante della zona. Fin qua, però, i tedeschi hanno mostrato una faccia in Champions (tredicesimo attacco con 108.5 di offensive rating e undicesima difesa con 105.6 di rating difensivo) e una completamente diversa in campionato (88 punti di media, tirado col 42% da tre e producendo un eccellente 118 di offensive rating). Attenzione, quindi, a non rilassarsi troppo nella propria metà campo.

2. L’infortunio di Hassan Martin pesa

Sarà il cognome, ma anche Bayreuth ha il suo Martin che, uscendo dalla panchina, con muscoli e intensità, cambia le partite. O meglio, cambiava. Il lungo atipico (2.01, utilizzato anche come centro però) si è infatti infortunato a un piede a inizio gennaio e ha privato i suoi di un uomo da +20 di net rating in Champions e +17 in Bundesliga. Come noto, è arrivato Erik Mika da Brescia, che si divide ora i minuti sotto il ferro con Andreas Seiferth, ma i risultati negativi non sono tardati ad arrivare, con tre sconfitte nelle partite giocate finora senza Martin.

3. Attenzione a De’Mon Brooks…

L’uomo più pericoloso, al momento, sembra essere l’ala De’Mon Brooks, visto nella nostra A2 anni addietro e a Bayreuth da tre stagioni. 2.01 per cento chili, si divide nei due ruoli di ala e nelle ultime dieci partite sta viaggiando a 16.3 punti, col 57% dal campo e il 46% da tre su quasi quattro tentativi a partita, con otto escursioni in doppia cifra.

4. … e alle lune di Kassius Roberson

L’altro giocatore che sta salendo di rendimento è Kassius Roberson, guardia canadese 24enne. Il quale, però, garantisce meno continuità: fermo due volte a zero punti nelle ultime sei partite disputate, ha avuto un high di 31 punti andando altre tre volte sopra i venti. Nelle ultime dieci partite ha il 57% da dietro l’arco e quasi 15 punti di media.

5. Da tre punti possono fare molto male

Un dato che accomuna l’andamento di Bayreuth sia in campionato che in Coppa è l’estrema pericolosità dei tedeschi da tre punti. 42% in Bundesliga, 40 abbondante in Champions, come d’altronde si poteva intuire dai numeri di assoluta eccellenza di Brooks e Roberson. Non sono una squadra che abusa di questa soluzione (22 tentativi di media in Coppa, 23 in campionato), ma quando alzano la mano muovono molto spesso la retina.

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *