Pre partita Besiktas-Virtus: in emergenza per provare l’impresa

Tempo di lettura 3 minuti
498 letto

Trasferta durissima anche in Champions League per la Virtus, che dopo il tracollo di Venezia va a Istanbul a rendere visita al Besiktas.

GAME INFO

Quando: Mercoledì 7 novembre, ore 18

Dove: Bjk Akatlan Arena, Istanbul

TV: Eurosport Player

Classifica e risultati: Il Besiktas finora ha vinto tre partite su cinque in campionato (sconfitte fuori casa con Fenerbahce e Ankara) ed è invece reduce da tra sconfitte consecutive in Coppa: dopo la vittoria all’esordio con Bayreuth ha perso a Klaipeda, in casa con Strasburgo e a Patrasso. Qui sotto trovate gli highlights della vittoria di sabato in campionato sul campo del Demir Insaat Buyukcekmece.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA BESIKTAS
Tony Taylor Kenan Sipahi
Kevin Punter Jason Rich
Pietro Aradori Erkan Veyseloglu
Amath M’Baye Joe Alexander
Brian Qvale Ivan Buva

INDISPONIBILI

Virtus: Kelvin Martin

Besiktas:

ANDAMENTO BESIKTAS
I turchi, arrivati come una delle squadre, per talento, più insidiose del girone, sono già a un bivio: le tre sconfitte in quattro partite li obbligano a vincere per non dover poi tentare una difficilissima rincorsa verso i playoff. Al momento, con una sola vittoria, sono al penultimo posto del gruppo insieme Olimpia Lubiana e Ostenda, che però ancora non hanno incontrato. Qui di seguito trovate gli highlights dell’ultima sconfitta in casa del Promitheas.

PRONOSTICO VNERA: Besiktas 60% Virtus 40%

LE PAROLE DI COACH SACRIPANTI NEL PRE PARTITA

Noi giochiamo una partita in coppa, importante per continuare il nostro cammino. Il campo è storico, e la squadra ha nomi di altissimo livello, tra l’altro due li ho allenati in passato (Rich e Buva). Abbiamo qualche assenza, ma dobbiamo far sì che ogni giocatore porti il proprio contributo per competere con loro fino all’ultimo minuto. Serviranno energia, entusiasmo e un po’ di sagacia tattica.

Intervista raccolta da Bolognabasket

5 SPUNTI SUL BESIKTAS

1. L’aggiunta di Jason Rich

Rispetto alla presentazione che avevamo fatto del Besiktas prima dell’inizio della competizione, i turchi hanno aggiunto un signor giocatore come Jason Rich. Ex di Sacripanti ad Avellino lo scorso anno, MVP del nostro campionato. L’esterno USA è un acquisto di altissimo livello, che dovrebbe aiutare il Besiktas a fare il salto di qualità definitivo. Fino a adesso i risultati si sono visti più in campionato (due vittorie in due partite, 16 punti di media col 61,4% di effective field goal percentage) che in Coppa (due sconfitte, 9 punti di media col 42% di effective). Ma non c’è dubbio che con lui il reparto esterno dei bianconeri di Istanbul sia ora di primo livello.

2. Sotto canestro l’esperienza di Ivan Buva

Fino a qui, però, la squadra è stata nelle mani di un altro ex di Sacripanti ad Avellino: Ivan Buva. Il centro croato è stato il bersaglio principale dell’attacco sia in Coppa che in Campionato, attestandosi attorno al 27% di usage rating, tradotto in 17 punti e 6 rimbalzi in Champions e 10+6 in Turkish League. Stazza, esperienza e mani morbide: lui di sicuro è uno degli uomini da fermare.

3. Non eccellono a rimbalzo

Un po’ come la Virtus, anche il Besiktas non ha grandi numeri a rimbalzo. In Champions catturano solo 47,6% dei rimbalzi disponibili (27esimi), mentre nel proprio campionato nazionale il numero migliora, anche se non in maniera drastica, fino al 51%. In effetti, fuori dai 2.09 di Buva, non ci sono altri giocatori di grande stazza o particolarmente dotati nel fondamentale (gioca da “4” Joe Alexander, ex Sassari). Ci sarebbero i 2.21 di Dusan Cantekin, che però viene poco usato e nelle ultime partite non ha giocato.

4. Robin Benzing è mister utilità

L’ala piccola tedesca, ormai veterana dei vari campionati del Vecchio Continente, si sta confermando come giocatore di grande versatilità e utilità in campo. Poco appariscente, ma molto ordinato. Tira poco (meno di sette conclusioni a incontro in Coppa, cinque in campionato), ma converte con buone percentuali (48% in Champions, 52% in Campionato). Soprattutto è letale dall’arco, dove viaggia quasi al 50% complessivamente, tirando circa quattro volte di media. I suoi net rating parlano chiaro: +25,2 in Europa, +22,2 in Turchia. Il barometro della squadra è lui.

5. Un attacco che non decolla

In generale, fino ad ora, il Besiktas, nonostante individualità di livello, non ha fatto grandi cose in attacco. Le percentuali di effective field goal di squadra sono parecchio basse (circa 49% complessivo in nove partite) e anche i numeri del rating offensivo parlano di poco più di un punto per possesso, segno di una squadra che ancora sta cercando i propri equilibri, non semplici quando si hanno a disposizione tante bocche da fuoco. Riuscirà la Virtus a sfruttare a proprio vantaggio queste difficoltà?

 

Nickfiumi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *