Pre partita Strasburgo – Virtus: primo potenziale match point europeo

Tempo di lettura 3 minuti
434 letto

Penultimo turno di regular season Champions League per la Virtus, che va in casa di un irriconoscibile Strasburgo per cercare una vittoria che potrebbe già significare (in caso di sconfitta del Promitheas) primo posto matematico.

GAME INFO

Quando: martedì 29 gennaio, ore 20:30

Dove: Rhenùs Sport, Strasburgo

TV: Eurosport Player

Classifica: Virtus prima con nove vittorie e tre sconfitte, con una partita di vantaggio su Patrasso. Strasburgo attualmente quinta con sei vittorie e altrettante sconfitte.

PROBABILI QUINTETTI

IG STRASBURGOVIRTUS BOLOGNA
Mike Green Tony Taylor
Quentin Serròn Kevin Punter
Mardy CollinsPietro Aradori
Florent PietrusAmath M’Baye
Youssoupha FallBrian Qvale

INDISPONIBILI

STRASBURGO: Nessuno

VIRTUS: Cournooh

Andamento Strasburgo: I francesi, che in avvio di competizione si presentavano, insieme al Besiktas, come gli avversari più ostici del girone e che all’andata fecero ottima impressione al Paladozza, sono in un tunnel che pare senza fine. Sette sconfitte nelle ultime otto partite, spogliatoio sotto sopra, con anche un violento litigio in allenamento arrivato alle mani tra diversi giocatori recentemente. Strasburgo nell’ultimo mese ha compromesso quanto di buono fatto in patria e in Champions: al 22 di dicembre gli uomini di Collet erano 9-4 in campionato e 6-3 in Champions. Il bilancio ora dice 10-8 nella Jeep League transalpina e 6-6 in Coppa. L’ultimo turno di campionato ha riservato un umiliante 98-57 sul campo del Pau Orthez.

Gli highlights dell’ultima pesantissima sconfitta in campionato

PRONOSTICO VNERA: Strasburgo 45% Virtus 55%

QUOTE DELLA PARTITA: Strasburgo 1.86 Virtus 1.80 (quote riferite al testa a testa)

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU STRASBURGO

1. Green-Collins: i problemi partono dalla regia

Mike Green in playmaker e Mardy Collins in guardia (che ha saltato qualche partita per via di un infortunio) dovevano essere il motore di questa squadra. E per un periodo lo sono anche stati. Ma poi, iniziato il crollo, sul banco degli imputati sono saliti loro per primi. Nessuno dei due sta dando un rendimento efficiente. Il primo sta producendo una stagione da 9.7 punti col 33% dal campo e -6.6 di net rating in Champions. Il secondo, forse, fa anche peggio: 10 punti col 35% al tiro, col 18% da tre è un agghiacciante 79.6 di offensive rating in Coppa. Vediamo di non rianimarli.

2. Ritmi bassi e pedalare

Strasburgo è una delle squadra che abbassa maggiormente i ritmi in tutta la competizione: 70,8 possessi in media a partita. Un dato dovuto anche al fatto di dover “aspettare” in attacco un lungo pesante e imponente come Youssoupha Fall. Una scelta che, come vedremo subito, ha un senso.

3. Nel marasma la certezza è Fall

Nel caos attuale della squadra di Vincent Collett, l’unico che non solo si sta tenendo a galla, ma inizia a emergere di prepotenza, è il giovane centro senegalese di 223 centimetri Youssoupha Fall, in prestito dal Baskonia. In queste ultime otto partite, dove Strasburgo ha imbarcato acqua da tutte le parti, lui ha prodotto oltre 12 punti di media, con 7 rimbalzi, 1.3 stoppate e il 64% dal campo in 23′. In stagione viaggia a 119.6 di rating offensivo e 106.3 difensivo. E’ lui l’uomo da contenere a tutti i costi.

4. Quante palle perse!

Strasburgo è terzultima in Champions League per percentuale di palle perse perse sui possessi giocati: 17,4%. E il dito dell’accusa torna a posarsi sul duo Green-Collins visto in precedenza: 24.3% il dato del play ex Cantù (quinto peggiore tra i playmaker della competizione), 18% per la guardia compagno di Brian Qvale a Kuban l’anno passato.

5. A rimbalzo offensivo si fanno sentire

Male nella gestione del pallone, bene a rimbalzo offensivo. I francesi sono settimi per percentuale di rimbalzi offensivi catturati, con il 29%. Ovviamente, gran parte del merito va ancora a Fall che con il suo 17.3% di offensive rebound percentage (19.9 complessivo in stagione) è quinto nella competizione per quanto riguarda questo dato. Anche all’andata la Segafredo faticò a contenere gli avversari sotto i ferri. Stasera servirà l’impegno di tutto il reparto lunghi.

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *