Pre partita Final Eight Coppa Italia: Olimpia Milano – Virtus Bologna

Tempo di lettura 4 minuti
342 letto

Quarti di finale di Coppa Italia per la Virtus, qualificata come ottava al termine del girone di andata della Regular Season, che affronta Milano, prima.

GAME INFO

Quando: Giovedì 14 febbraio, ore 21

Dove: Firenze, Mandela Forum

TV: RaiSport HD, Eurosport 2, Eurosport Player

PROBABILI QUINTETTI

OLIMPIA MILANO VIRTUS BOLOGNA
Mike James Tony Taylor
Amedeo Della Valle Kevin Punter
Vladimir Micov Pietro Aradori
Jeff Brooks Amath M’Baye
Alen Omic Brian Qvale

INDISPONIBILI

OLIMPIA: Gudaitis assente; in dubbio Tarczewski, Cinciarini e Nedovic

VIRTUS: Nessuno

Andamento Milano: Milano arriva da un ottimo momento di forma. Non fosse per lo 0-20 a tavolino di Pistoia, le vittorie consecutive tra campionato e Eurolega sarebbero sei. In serie A i meneghini tengono ben saldo il primo posto, con due vittorie di vantaggio su Venezia, mentre in Eurolega, con undici vittorie in ventidue partite, si insegue affannosamente l’ottavo posto, in lotta con Bayern Monaco e Baskonia.

PRONOSTICO VNERA: Olimpia 70% Virtus 30%

QUOTE DELLA PARTITA: MILANO 1.15 VIRTUS 5.25 (quote riferite al testa a testa)

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU OLIMPIA MILANO

1. Davide (un po’ acciaccato) contro Golia (col raffreddore)

Che dire, sfida chiusa se ce n’è una. Però la Coppa Italia, con la sua formula, la sua gara secca, la sua tradizione di sorprese anche recenti, è forse il terreno ideale per poter sperare in quello che sarebbe – inutile negarlo – un clamoroso upset. La Virtus, come dice giustamente Bucci, non è nel suo miglior momento; molto discontinua nelle ultime uscite, alcuni interpreti in difficoltà di condizione, Martin su tutti. Milano sta recuperando gli assenti e sconta il serio infortunio di Gudaitis; nessuna illusione però, i “sostituti” sono giocatori da Eurolega. Però insomma, questo prepartita bisogna pur scriverlo e allora cerchiamo di trovare qualche fessura nel muro rosso di marmo che ci troveremo davanti.

2. Che squadra avremo contro?

Milano arriva, come detto, un po’ incerottata all’appuntamento. Più che problemi per la mancanza di alcuni giocatori – abbiamo visto la lunghezza impressionante dell’Olimpia – si può sperare che il reinserimento dei tanti al rientro crei qualche problema di squilibrio e qualche imbarazzo nella scelta. Tarzcewski se giocherà sarà alla prima in più di due mesi. Nunnally è arrivato da poco, Nedovic è alla seconda dopo tre mesi di dentro e fuori dall’infermeria e anche Cinciarini e Brooks non sono al meglio. La speranza è che Pianigiani “azzecchi” qualche quintetto “sbagliato”, senza grandi automatismi, o che azzardi qualche scelta sul turnover (Nedovic per Jerrells o Tarzcewski per Bertans) e che la Virtus sia brava ad approfittarne. Di contro, Sacripanti è chiamato a scegliere due dei suoi tre centri. Noi di Vnera, dovendo sbilanciarci, metteremmo in campo Brian Qvale e Yannick Moreira.

3. Imparare dall’ultimo scontro diretto

La Virtus ha perso abbastanza nettamente a Milano, nonostante il rientro d’orgoglio del terzo quarto. Ci hanno fatto male alcuni fattori: la difesa di Brooks, l’attacco di Jerrells e la presenza vincente in ogni momento importante della partita di Micov. Mike James ci ha massacrato nel primo quarto senza poi rientrare per un piccolo problema fisico. L’ultima partita ha ricordato che Milano ha alcuni giocatori che semplicemente non puoi contenere se non si limitano da loro, a mio parere James e Micov su tutti. Il primo per capacità di fare canestro (e non solo) in ogni occasione, il secondo per il brutto vizio di sbagliare una scelta ogni venti partite ed accendersi praticamente sempre quando c’è da decidere il match. Però a farci male sono stati anche giocatori più “normali”, con punti deboli. Jerrells, per esempio, che ci ha fatto malissimo nel ritorno di campionato, è un difensore 1vs1 francamente pessimo, che a Milano non siamo mai stati in grado di attaccare; Brooks è un giocatore fantastico ma contro Qvale potrebbe soffrire in stazza; Omic se attaccato sulla intensità e sul contatto va in difficoltà; dovesse mancare Cinciarini e, come probabile, stare fuori Nedovic, Milano non ha grandi difensori sul portatore di palla, a meno che James non decida di difendere (non lo fa quasi mai in Eurolega, vuoi che lo faccia domani?). Queste sono piccolissime crepe in cui, forse, infilarsi. Forse.

4. La prima partita dentro/fuori anche per loro

Il fattore pressione è senz’altro più pesante per Milano che per la Virtus, che non ha molto da perdere. Milano è alla prima vera gara dentro-fuori della stagione. Ha giocatori esperti e vincenti, certamente in grado di affrontarla. Ma se dovessimo restare in partita a lungo, chissà, magari la palla potrebbe pesare anche nelle mani dei giocatori dell’Armani.

5. E se Punter…?

Durante la bella puntata di Basketland di domenica scorsa Pino Sacripanti ha osservato come nella gara di andata Milano abbia sofferto molto i lunghi della Virtus. Sia perché Brian Qvale giocò una gran partita, sia perché Milano era preoccupata da Kevin Punter. Pianigiani scelse di uscire fortissimo sui pick and roll per la nostra guardia con l’idea di togliergli il tiro, consentendo un gioco di lato e sponda per servire Qvale in posizione profonda, dove il nostro capitano è estremamente pericoloso. Se Kevin Punter entrasse subito in partita e costringesse Milano ad uscire molto su di lui, magari con il miglior difensore sugli esterni (Cinciarini) non al meglio, potrebbe riproporsi questo tema tattico. Più in generale, per vincere contro Milano la Virtus deve fare una partita offensiva e difensiva straordinaria, e fare qualcosa di inatteso obbligando Milano ad adeguarsi. Un po’ di zona allungata, attaccare James per fargli spendere qualche fallo, usare molto M’Baye fronte a canestro contro Kuzminskas. A Sacripanti verranno in mente sicuramente molte idee. Non è semplice, ma è possibile. Raccogliamo un sassetto e armiamo la fionda, chissà.

Nicola Bonazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *