Pre partita: Virtus – Trieste: vincere per dare una scossa al campionato

Tempo di lettura 3 minuti
355 letto

La Virtus dopo la grande vittoria contro Medi Bayreuth, incontra la prima avversaria del girone d’andata: l’Alma Trieste

GAME INFO

Quando: domenica 20 gennaio, ore 18:00

Dove: Paladozza, Bologna

TV: Eurosport Player

Classifica: La Virtus è all’ottavo posto, dopo aver battuto Varese in trasferta mentre Trieste è nona in cerca di conferme dopo l’ottima partita disputata se pur persa contro Olimpia Milano.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA  ALMA TRIESTE
Tony Taylor Chris Wright
Kevin Punter Artur Strautins
Pietro Aradori Jamarr Sanders
Amath M’Baye Hrvoje Peric
Yanick Moreira Justin Knox

INDISPONIBILI

VIRTUS: Cournooh e Qvale (?)

TRIESTE: nessuno

Andamento Trieste: Nonostante le tre sconfitte consecutive, la squadra allenata da Dalmasson vista contro Milano è una squadra assolutamente da non sottovalutare.

PRONOSTICO VNERA: Virtus 55% Trieste 45%

QUOTE DELLA PARTITA: VIRTUS 1.35 TRIESTE 3.10 (quote riferite al testa a testa)

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU TRIESTE

1. Momento recente piuttosto negativo

L’Alma arriva da un momento di forma non certo esaltante: dopo aver raccattato cinque vittorie tra la settima e la dodicesima giornata, ora gli uomini di Dalmasson sono reduci da tre sconfitte consecutive (in casa con Brindisi e Milano e a Sassari). In particolare l’attacco, che sarebbe il settimo della serie A con 110,1 di rating, pare avere qualche problema. Nelle ultime quattro partite il rilievo medio parla di un 104,5 non proprio esaltante e spinto verso l’alto, peraltro, dalla sparatoria sul campo della Dinamo (102-97 il finale).

2. Attenzione al tiro da tre

Non sorprende che in queste ultime sconfitte il dato del tiro da tre punti sia deficitario (22/71, 31%). Trieste è seconda in serie A per percentuale di realizzazione da dietro l’arco, con il 38% abbondante. E su questo fa molto affidamento (sesta in serie A per numero di conclusioni su cento possessi, con quasi un possessi su tre che si conclude con una tripla tentata). Ci sono ben sei giocatori sopra al 38% di realizzazione, con Jamarr Sanders punta di diamante a quasi il 50% su oltre quattro tiri a partita. Da notare, però, che i numeri di squadra calano sensibilmente in trasferta, dove i giuliani passano dal 39% dell’Alma Arena, al 36%.

https://www.facebook.com/347046618717480/posts/2000637686691690/

3. Poca stazza, ma buona presenza a rimbalzo

Trieste è una squadra abbastanza “piccola”, tanto che il giocatore più alto è il 40enne Alessandro Cittadini con i suoi 207 centimetri. Ma questo non le impedisce di fare buone cose a rimbalzo. Non sono certo una squadra dominante, ma comunque settima per percentuale di rimbalzi disponibili catturati (50.6%). Non c’è un rimbalzista principe, ma un gruppo che lavora d’insieme. Sorprendente, in tal senso, l’impatto di Matteo Da Ros: cinque rimbalzi di media in 17′, 25% di defensive rebound percentage e 18% di totale, decimo in tutta la serie A in entrambi i casi.

Ecco le statistiche delle due squadre

Pubblicato da V Nera su Venerdì 18 gennaio 2019

4. Grande fatica ad andare in lunetta

Il problema dell’impatto fisico, forse, lo si nota nei numeri bassissimi di tiri liberi tentati: 16,7 a partita, terz’ultimi in serie A, due volte nelle ultime tre partite sotto i dieci tentativi. Mosley è un centro sottodimensionato, Knox gioca soprattutto fronte canestro. Idem dicasi per Hrvoje Peric. Mentre sul perimetro, tolto Wright (2.3 liberi tentati a partita), non ci sono esterni particolarmente esplosivi che possano andare al ferro con continuità

5. L’attacco vive sul collettivo

Pensata in questo senso in estate, l’Alma si sta confermando un gruppo con tanti giocatori capaci di portare il loro mattone, senza nessuno che spicchi particolarmente sugli altri. Completata la sostituzione di Devondrick Walker con la firma di Zoran Dragic, che ha esordito domenica scorsa contro Milano, per il resto ci sono dieci giocatori tra i 13,3 punti di Justin Knox e 7,6 di Arturs Strautins. A livello di plus/minus svettano Hrvoje Peric (+8.6) e l’eterno Daniele Cavaliero (+8.1) che, assieme al positivo Juan Manuel Fernandez, copre le spalle a un Chris Wright non sempre al top (99.3 il suo rating offensivo).

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *