Recap Olimpia Milano – Virtus Bologna: mai in partita contro una corazzata

Tempo di lettura 2 minuti
371 letto

La Virtus dopo un pessimo primo tempo con Mike James, si sveglia nel terzo quarto fino al 29′ per poi subire l’aggressività e la fisicità biancorossa.

RISULTATO FINALE: .

OLIMPIA MILANO 
VIRTUS BOLOGNA
94PUNTEGGIO FINALE75
22PRIMO QUARTO16
48 (26)SECONDO QUARTO32 (16)
67 (19)TERZO QUARTO58 (26)
94 (27)QUARTO QUARTO75 (17)
SUPPLEMENTARI
19MASSIMO VANTAGGIO1
2CAMBI VANTAGGIO1
36:19TEMPO IN VANTAGGIO1:31

FATTORE X DELLA GARA: la grande partita dell’ex Simone Fontecchio.

IL TABELLINO

OLIMPIA: Kuzmiskas 11, Della Valle 7, Micov 13, Jerrells 16, Brooks 12 , Burns 3 , Fontecchio 14, Omic, Bertans 6 , James 12 , Ferraris De Capitani NE. All: Pianigiani

VIRTUS: Taylor 18, Punter 9, Aradori 10, M’Baye 8, Moreira 10, Pajola , Cappelletti ne , Martin 3, Baldi Rossi 4, Kravic 13, Berti Venturoli NE. All: Sacripanti

STATISTICHE DEI SINGOLI

OLIMPIA MILANO
VIRTUS BOLOGNA
16 JerrellsPUNTI18 Taylor
7 Brooks RIMBALZI7 Moreira
4 Jerrells ASSIST3 Taylor
4 JerrellsPALLE PERSE3 Taylor
2 KuzmiskasPALLE RECUPERATE3 Moreira
1 Kuzmiskas BrooksSTOPPATE0
19 BrooksVALUTAZIONE17 Taylor
21 Kuzmiskas+/--6 Martin M’baye

STATISTICHE DI GIOCO

OLIMPIA MILANO
VIRTUS BOLOGNA
24/33 73%Tiri da 223/39 59%
7/19 37% Tiri da 33/19 16%
25/32 78%Tiri liberi20/31 65%
26Rimbalzi difensivi18
4Rimbalzi offensivi10
30Rimbalzi totali28
10Assist14
16Palle perse6
5Palle recuperate14
2Stoppate0
27Falli25

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

STEFANO SACRIPANTI

Le parole di Stefano Sacripanti – Partita abbastanza facile da commentare: non poteva pensare di venire qui a vincere giocando con la mollezza dei primi due quarti, senza menare, senza crederci, senza aggressività, in difesa e un po’ anche in attacco dove abbiamo sbagliato cose facili. 20/31 ai tiri liberi, sbagliandone 5 nei primi due quarti, abbiamo sbagliato tiri da sotto facili e così non puoi pensare di vincere e di questo ne parlerò bene con la squadra. Nel momento in cui abbiamo pressato e allungato la difesa con energia, siamo riusciti a recuperare ed arrivare da -16 a -4, però chiaro che i giocatori che fanno il break devono essere sostituiti. Quello che mi è dispiaciuto è stato iniziare così. Alla fine del terzo quarto, per quello che avevamo fatto, essere a -9 ci ha tagliato le gambe e poi è bastata una “spallata” di Milano. Bisognava fare uno sforzo per 40’ e non uno sforzo eccessivo solo per qualche minuto. Loro hanno fatto quello che dovevano fare, hanno rotazioni lunghe e hanno avuto la meglio.
L’approccio sbagliato non me lo spiego, gli stimoli c’erano. Non bastava fare una buona partita, perché altrimenti perdi. Bisognava combattere ogni secondo e sinceramente mi aspettavo qualcosa di molto più forte, a livello di carattere. Come in Coppa il carattere lo abbiamo tirato fuori dopo, questa è la cosa che mi disturba maggiormente oggi. Non c’è amarezza per l’occasione persa, Milano al di là delle assenze ha un poster profondo e in casa non ha mai perso. E’ arrabbiatura la mia, questa partita non mi fa dormire la notte prima, nonostante io abbia 50 anni. Avrei voluto vedere tutti uscire per cinque falli, questo mi interessava e questo l’ho visto solo per pochi minuti nel terzo quarto. Non è un’occasione persa, non potevamo pensare di venire qui e svegliarci tardi.O


Interviste raccolte da Bolognabasket

VOTA CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

PROSSIMO IMPEGNO

Virtus scenderà in campo tra due giorni il 29 gennaio,ore 20.30 in trasferta per la Basketball Champions League, contro il Sig Strasburgo.

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *