Recap Virtus Bologna- Cantù: la VNera si addormenta per 5 minuti poi con la difesa e catturando rimbalzi vince la sua prima partita in casa

Tempo di lettura 3 minuti
435 letto

In un Paladozza bollente laVirtus vince la prima partita in casa del campionato rimontando un -14 a metà del primo quarto e vincendo molto bene
RISULTATO:Risultato 90-81

REFERTO:

VIRTUS BOLOGNA REFERTO CANTÙ
90 PUNTEGGIO FINALE 81
17 PRIMO QUARTO 26
(30)47 SECONDO QUARTO (16)42
(19)66 TERZO QUARTO (18)60
(24)90 QUARTO QUARTO (21)81
SUPPLEMENTARI
+12 79-67 al 34’ MASSIMO VANTAGGIO +13 4-17 al 5’
1 CAMBIO VANTAGGIO 1

STATISTICHE CHIAVE PER IL RISULTATO FINALE: 

FATTORE X DELLA GARA: Stoppata di Mbaye e gioco da tre punti di Kravic su assist di Taylor

TABELLINO DELLA GARA:
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – RED OCTOBER CANTU’ 90-81 (17-26, 47-42; 66-60)
VIRTUS: Punter 5 Pajola 0; Taylor 11; Baldi Rossi 0; Cappelletti 2; Kravic 26; Aradori 26; Berti NE; M’Baye 14; Cournooh 2; Camara NE; Qvale 4 . All. Sacripanti
CANTU’: Gaines 12; Mitchell 23; Blakes 5; Udanoh 16; Baparapè NE; Davis 0; Tassone 0; La Torre 0; Pappalardo NE; Quaglia NE; Jefferson 22; Tavernari 3. All. Pashutin

STATISTICHE DEI SINGOLI

• 26 punti in 23 minuti 10/17 dal campo 8 rimbalzi 31 di valutazione e 12 di plus minus per Kravic

• 26 punti in 30 minuti 9/14 dal campo 5 rimbalzi 27 di valutazione per Aradori

• 11 punti e 12 assist in 33 minuti 6 rimbalzi 17 di valutazione per Tony Taylor

STATISTICHE di GIOCO

VIRTUS BOLOGNA STATISTICHE DI GARA CANTÙ
5:13 Tempo in vantaggio 13:36
28/50 (56%) Tiri da 2 23/45 (51%)
42 24/43 55.8% Punti in area 36 18/37 48.6%
13/15 (87%) Tiri liberi 17/28 (61%)
7/21 (33%) Tiri da tre 6/19 (32%)
39 Rimbalzi 38
15 Assist 18
11 Palle perse 13
6 Palle rubate 7
14 Punti da palle perse 10
10 Punti da secondi tiri 12
12 Punti in contropiede 10
30 Punti dalla panchina 3

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI
Le parole di Stefano Sacripanti  Due punti molto importanti per la classifica e per il momento che stiamo vivendo. Brian abbiamo cercato di preservarlo dopo la coppa e siamo senza Martin, non sono alibi, ma mi serve anzi per dire che la squadra ha avuto una grande reazione e ha trovato una sua identità nella difficoltà. Era una partita simile a quella di Cremona con cambi sistematici dei nostri avversari per i quali mi sono anche complimentato, ma stasera abbiamo mosso la palla attaccando la linea di fondo e pick&roll centrale quindi un grande miglioramento tecnico rispetto all’altro match in cui fermavamo la palla. Cantù è una squadra di grande talento che può trovare ottimi canestri e stasera vincere tre quarti su quattro penso sia indicativo. Non so perché, partiamo spesso contratti nei primi quarti. Non tiravamo o tiravamo male, eravamo contratti poi ci siamo sciolti e abbiamo tirato fuori una prestazione di altissimo livello davanti a un pubblico fantastico che ci sospinge e ci sostiene sempre. Forse siamo un po’ troppo cerebrali su questo aspetto e continuerò a dire che dobbiamo migliorare in questo. Non siamo in emergenza, ma abbiamo delle mancanze a cui siamo stati molto bravi a sopperire. Sono molto contento. Da Venezia nonostante i 20 punti presi sono tornato più consapevole della
nostra forza. Abbiamo fatto 10 ottimi minuti di pallacanestro in avvio. Il primo quarto mi preoccupa meno in trasferta che qui dove c’è un po’ il fattore psicologico molto bello di questi ragazzi che lavorano sodo e non vogliono deludere le aspettative. Un po’ c’è anche la capacità di adattarsi alle situazioni del campo. Ci vorrà un po’ più di velocità nel comprenderle perchè stasera ci ho dovuto mettere tre timeout e parecchi urli. Punter ha preso un colpo alla mandibola e anche se lui se la sentiva non avevo dubbi sull’uso di Pajola e Cappelletti questa sera. Stasera Kravic ha fatto un partitone, ma devo dire che la squadra è stata brava a trovarlo in modo intelligente. Ha fatto quello che speravamo particolarmente bene, ci ha lavorato due giorni su quelle situazioni e Taylor l’ha saputo innescare particolarmente bene. Tutti volevano vincerla a tutti i costi e ci tenevano molto e tutti hanno dato il loro apporto a seconda di come i nostri avversari si accoppiavano abbiamo avuto le risposte giuste. Aradori ci ha trascinato nel momento difficile iniziale e anche Taylor e M’Baye al momento giusto hanno trovato canestri importanti. 

VOLTA IL MIGLIOR GIOCATORE DELA PARTITA!

Sorry, there are no polls available at the moment.

PROSSIMO IMPEGNO

La Virtus scende subito in campo contro Strasburgo mercoledì alle 20.30

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *