Cantù – Virtus Bologna: il post partita di VNera

Legabasket Serie A Logo
Tempo di lettura 3 minuti
228 letto

La Virtus crolla a Cantù: terza sconfitta consecutiva in campionato e al momento è fuori dai playoff

GAME INFO

RISULTATO: sconfitta 96-94

ANDAMENTO PARTITA: nonostante un grande Jefferson in attacco, la Virtus finisce sopra di 2 dopo 10′ (20-22); nel secondo quarto la partita diventa molto nervosa ma nessuno dei due riesce a prendere il comando della gara (42-42); nella ripresa Gaines Jefferson e Blakes scappano sopra il possesso di distacco, ma la Segafredo cerca comunque di colmare il gap senza mai pareggiare l’incontro (68-62); ultimo quarto Gaines e soci spingono Cantù fino a +10 (83-73) a 7 minuti dalla fine ma Punter entrato in partita solo nella ripresa trascina la Virtus al pareggio 4 minuti più tardi (88-88). Sempre lo stesso Gaines congela la partita con cinque punti nei momenti più importante della gara ed insieme ai suoi si portano avanti nel punteggio. La Virtus spreca occasioni decisive e dopo 40′ cede il passo alla squadra brianzola dopo gli errori al tiro di Taylor Punter e M’baye (96-94).

FATTORE X DELLA PARTITA: A un minuto dalla fine la Virtus arriva al -1 palla in mano. E’ il possesso decisivo, ma finisce con una palla persa malamente. Da lì, Cantù chiude i giochi dalla lunetta.

CLASSIFICA: con la sconfitta contro Cantù e le vittorie di Trento e Trieste la Virtus scende al decimo posto a 20 punti.

PROSSIME PARTITE: Si torna in campo mercoledì 13, alle 20.30, con la decisiva partita di ritorno contro Le Mans, per gli ottavi di finale Champions League.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

STEFANO SACRIPANTI

https://youtu.be/wKhPcMyOC-8

5 APPUNTI SULLA PARTITA

1. Virdiscontinuità

Ormai possiamo sostituire la parola discontinuità e metterci dentro Virtus, intanto è uguale… Ennesima partita dai mille volti ed ennesima partita che andiamo a giocar l’ultimo immeritato possesso per portarcela a casa. È già capitato altre 11 volte e il bilancio totale è 5 vittorie e 7 sconfitte.

2. Loro in forma eh ma noi in difesa…

Capisco che non è semplice giocare una partita del genere dopo i fatti che sono successi questa settimana ma l’atteggiamento che ha tenuto la V in particolare in difesa per tutti 40 minuti e inaccettabile: abbiamo subito tanto concedendo facili tiri a difesa schierata.

3. Moreira go to guy?!?!

Nelle ultime partite abbiamo notato una Virtus che preferisce appoggiare o affidare il possesso offensivo al proprio centro angolano piuttosto che costruire il gioco dal Pick and Roll come eravamo abituati a vedere ad inizio stagione: questa soluzione purtroppo sta dando risultati altalenanti soprattutto perché Yannick non è un eccelso giocatore spalle canestro e un mediocre tiratore di liberi.

4. AAA cercasi minuti per Baldi Rossi

Prosegue il periodo contagocce per Filippo Baldi Rossi: ieri addirittura fuori dalle rotazioni.

Per noi di VNera poteva essere ultile visto le difficoltà difensive di Kravic e Moreira contro Jefferson e per una maggiore copertura a rimbalzo (quarto miglior giocatore in TRB con 13.1% di palloni catturati quando è in campo e nei pressi dell’area, il primo che non è considerato un centro)

5. Che ti è successo Kelvin?

Ancora una partita in affanno soprattutto in difesa per Kelvin Martin: 18 minuti, 7 punti con 100% al tiro ma 4 falli personali.

L’impressione è che il giocatore non riesca più a trovare la serenità e consapevolezza difensiva in campo, al punto che la sua presenza che prima era un valore aggiunto nella nostra metà campo ora non lo è più.

Pre partita Cantù – Virtus: vincere per spegnere il gossip

Legabasket Serie A Logo
Tempo di lettura 2 minuti
174 letto

Dopo le 1000 vicessitudini fuori dal campo, la Virtus è impegnata nel difficile campo di Cantù.

GAME INFO

Quando: domenica 10 marzo, ore 17

Dove: Desio, Paladesio

TV: Eurosport Player

PROBABILI QUINTETTI

CANTÙ VIRTUS BOLOGNA
Frank Gaines Tony Taylor
Tony Carr Kevin Punter
Andrea LaTorre Pietro Aradori
Shaheed Davies Amath M’Baye
Davon Jefferson Yanick Moreira

INDISPONIBILI

CANTÙ: nessuno

VIRTUS: Chalmers (visto) Qvale (non convocato)

Andamento Cantù: imbattuta nel girone di ritorno in campionato con cinque vittorie consecutive; nell’ultima partita ha vinto soffrendo contro Brindisi con una doppia doppia di Shaheed Davies e un canestro della vittoria di Tony Carr.

PRONOSTICO VNERA: Cantù 46% Virtus 55%

QUOTE DELLA PARTITA:

CANTÙ 1.83 – VIRTUS 1.95

(quote riferite al testa a testa)

VOTATE CON NOI!

[Total_Soft_Poll id=”8″]

5 APPUNTI SULLA CANTÙ

1. In fiducia e grande attacco

Cinque vittorie consecutive ma soprattutto il 47,8% dal campo seconda in LBA e quinto miglior attacco del campionato con 84.3, È una squadra che tende a correre tantissimo quindi bisogna essere molto bravi a prendere il ritmo della gara.

2. Approfittare dei loro errori

Cantù è prima in palle perse con 15 palloni regalati a partita. Bisogna quindi approfittare di questa statistica per dominare l’incontro.

3. Rimbalzi

Cantù è terza in campionato per rimbalzi totali (36,2) e il suo TRB (percentuale di rimbalzi totali disponibili catturati) è 73,1.

Bisogna quindi fare molta attenzione e non concedere secondi tiri visto che in campionato sono quinti per rimbalzi catturati in attacco e difesa.

4. i nuovi arrivati

Tony Carr e Sheheed Davies sono stati decisivi nell’ultima partita di campionato bisogna quindi fare attenzione anche a questi nuovi giocatori arrivati la scorsa settimana, soprattutto il secondo a rimbalzo.

5. Tiro da tre discontinuo

È una squadra che corre tantissimo e cattura tanti rimbalzi ma un dato importante è la loro discontinuità nel tiro da tre punti: se sono in giornata no è buona cosa continuare a concedere questo tiro perché così si aumentano le nostre percentuali di vittoria.

Pre partita Virtus-Cantù: c’è da interrompere il digiuno in campionato al Paladozza

Legabasket Serie A Logo

Tempo di lettura 2 minuti

228 letto

Vincere la prima in casa per poter interrompere il digiuno di due sconfitte consecutive, avvenute contro Cremona e contro Venezia: questo l’imperativo della gara casalinga con la Red October Cantù.

GAME INFO

Quando: Domenica 11 novembre, ore 17:30

Dove: Paladozza, Bologna

TV: Eurosport Player

Classifica e risultati: Cantù è ottava, all’ultimo posto delle squadre a sei punti, con tre vittorie e due sconfitte e con la differenza canestri di +1, mentre la Virtus e al 14º posto, ultima delle squadre a quattro punti, dopo la bruttissima sconfitta contro Venezia con – 36 di differenza canestri.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA CANTU’
Tony Taylor Frank Gaines
Kevin Punter Maurizio Tassone
Pietro Aradori Tony Mitchell
Amath M’Baye Davon Jefferson
Brian Qvale Ike Udanoh

INDISPONIBILI

Virtus: Kelvin Martin

Cantù: Salvatore Parrillo

ANDAMENTO CANTU’

C’è voglia di rivincita la parte di Cantù dopo la brutta sconfitta patita fuori casa contro Brindisi, che ha interrotto le tre vittorie consecutive in campionato.

PRONOSTICO VNERA: Virtus 60% Cantù 40%

Sorry, there are no polls available at the moment.

LE PAROLE DI COACH SACRIPANTI NEL PRE PARTITA

5 SPUNTI SU CANTÙ

1. Desiderosi di riscatto

Dopo la brutta sconfitta a Brindisi per 76-59, la squadra allenata da Pashutin arriva al Paladozza senza pressioni ma con le motivazioni a mille.

2. Corrono tanto e prendono fiducia in difesa dall’attacco

Cantù si passa tanto la palla (16 assist di media) e occhio soprattutto a Davon Jefferson: quarto in tutto il campionato con 19,3 punti di media e terzo assoluto in falli subiti con 5,5.

3. Rimbalzi sono sempre stati suoi per ora anche in attacco

Dopo la scomoda Venezia, la VNera incontra la seconda squadra in campionato per palloni catturati a partita: circa 43 di media e in particolare attenzione al centro undersized Ike udanoh (quinto con 9 rimbalzi) e agli esterni molto aggressivi.

4. Palle perse: un problema in Brianza

Cantù è quarta per numero di palle perse in campionato. Tra i singoli Mitchell è primo in tutta la serie A con 3,4, ma guai a perderlo di vista se entra in ritmo.

5. Intangibles Udanoh 

Occhio a questo giocatore perchè sa fare tante cose positive e infatti il Net rating è il migliore della squadra con 27,8, oltre ad essere uno dei migliori del campionato (quarto) per quanto riguarda il VORP (Value Over Replacement Player), statistica che misura quanto un giocatore rende, al di sopra o al di sotto, rispetto al giocatore medio del campionato.

#VIRTUS Bologna – Cantù il post partita

Virtus

Tempo di lettura 2 minuti

182 letto

Cinque sconfitte su sei gare.

Potevano essere 6 ma Milbourne per la seconda volta, sbaglia il tiro della vittoria contro la VNera (a Pistoia due anni fa).

Solo 26 secondi in vantaggio nel primo tempo, dopo la tripla di Baldi Rossi.

Poi? Fatica la zona, fatica a difendere sull’ottimo Culpepper (28 punti) e i pick and roll (tutto il quintetto in doppia cifra).

I dati a fine gara parlano di una gara punto a punto ma non è così: la Virtus ha tirato di più ma peggio (78 tiri e il 45%) mentre i padroni di casa sono stati più cinici (62 tiri e 53%) nonostante abbiano perso più palloni (11 a 9) e usciti sconfitti nella lotta a rimbalzo (26 a 31)

Su Cantù poi l’avevamo già scritto: non bisognava farla correre e concedere canestri facili.

Invece la Virtus sbatte la testa sempre sulle stesse cose: attacco alla 2-3, difesa lontano dalla palla e lucidità finale.

La tanto agognata difesa però provata da Ramagli ha dato i suoi frutti: nel terzo quarto con una 2-3 match-up ha recuperato da -12 (50-38) a -6 (64-58) e nel quarto quarto da -13 (84-71) a -5 (85-80) finalmente con i canestri pesanti e decisivi dei due go to guy (uomini dell’ultimo tiro) della squadra: Aradori e Ale Gentile.

Poi anche stavolta è mancata la brillantezza: a due minuti dalla fine sul 91-84, troppi errori da sotto (Slaughter) o addirittura in contropiede (Ale Gentile) che insieme ad un inspiegabile rinuncia della zona, hanno permesso i canestri della staffa di Thomas in lunetta su roll e Burns su taglio dopo un ottima difesa sul gioco a due iniziale.

Inutile da dire su cosa bisogna lavorare (magari provare maggiormente Baldi Rossi nel secondo tempo), però nella partita di ieri pomeriggio preoccupa la condizione atletica della squadra, arrivata a metà terzo quarto spompata e troppa nervosa.

Sui social network c’è già la corsa al capro espiatorio ma una cosa è certa, questa Virtus deve riprendersi in fretta per non sbagliare il primo obbiettivo fissato della stagione partecipare alle Final Four di Coppa Italia.

Pre-partita #VIRTUS Bologna – Cantù

virtus

Tempo di lettura 2 minuti

256 letto

Domenica pomeriggio diretta su Eurosport ore 18:15, la Virtus incontrerà al PalaDesio Cantù.

Stesso record per entrambe (4 vinte e 5 perse), ma per la VNera una maggiore differenza canestri la porta sopra al settimo posto in classifica rispetto alla squadra brianzola.

Con la vittoria rocambolesca di Cremona usciamo dalla crisi e dalle 4 sconfitte consecutive trovando in trasferta Cantù in un campo storicamente difficilissimo e dove non vinciamo da 9 lunghi anni.

Dopo il nefasto esordio speriamo di veder maggiormente il nuovo arrivato Filippo Baldi Rossi, come Ramagli sistemerà le rotazioni e quali quintetti metterà in campo con l’aggiunta effettiva dell’ex Trento.

Nel posticipo serale Cantù invece cadeva nuovamente in casa contro una lanciatissima e capolista Brescia, nonostante una buona rimonta fatta nell’ultimo quarto.

Il ritorno in campo di Charles Thomas ha aiutato alla compagine di coach Sondini nel pitturato e ha aiutato moltissimo il trio Smith, capitan Chappell e Culpepper a rendersi più pericolosi palla in mano quando i giochi offensivi erano bloccati dall’ottima difesa bresciana.

In particolare Randy Culpepper sta viaggiando a medie da MVP del Campionato: 18.6 punti a partita, 42.2% da 2 e 39.7% da 3 e 25 punti nell’ultima partita.

Eccovi una bella grafica sull’andamento generale statistico delle due squadre dopo la 9 giornata di campionato (grazie a Cappe e il suo progetto Hack a Stats)

Cantù inoltre ha un pace (numero possessi ridistribuiti su 40 minuti) superiore alla Virtus (76,2 a 72,6) ma in difesa è molto meno efficace rispetto a noi (113 a 103 di Defensive Rating ovvero i punti subiti su 100 possessi).

I brianzoli sono infatti la squadra più prolifica in campionato (84.8 punti a partita) e quella che perde meno palloni in campionato (11.7) ma è anche una delle peggiori difese dal campionato (87,4 a partita).

La Virtus deve quindi abbassare il ritmo avversario e sfruttare la propria maggiore precisione da due punti (38 volte a partita con un 54% contro le 22 volte e il 52%) ed evitare di mandare troppe volte il trio in lunetta (21 volte contro le 17 di media della Segafredo)difendendo molto bene il pick and roll e i rollanti (Thomas, Crosariol)

Sicuramente una sfida che vale la pena di guardare sarà quella tra appunto Culpepper e Aradori.

Il primo per Cantù è la punta di diamante dell’attacco lombardo: gira lui e tutta la squadra riesce a trovare ritmo, il secondo per noi è reduce da una brutta prestazione offensiva contro Cremona e da un virus intestinale che ha pregiudicato la sua partita, ma magari nella sfida contro la sua ex squadra potrebbe ritrovare quel passo offensivo che lo ha contraddistinto nelle passate stagioni.

La Virtus vincerà perché è più talentosa e con l’aggiunta di Baldi Rossi è finalmente completa e in trasferta è sempre stata più cinica.

Cantù vincerà invece, perché deve rifarsi dalla brutta prestazione contro Brescia ma quegli ultimi 10 minuti e un Thomas ritrovato, lasciano presagire a una squadra pronta a lottare per i due punti.

Il pronostico di VNera: 60% Cantù 40% Virtus