Virtus-Cantù: il pre partita di VNera

Virtus
Tempo di lettura 3 minuti
140 letto

Dopo quasi due settimane di riposo si torna in campo. Alla Segafredo Arena arriva ospite l’Acqua San Bernardo Cantù, sconfitta al supplementare dalla Fortitudo nell’ultimo turno.

GAME INFO

Quando: domenica 1 dicembre 2019, ore 20.30

Dove: Segafredo Arena, Bologna

TV: Eurosport Player

Radio: Radio Bologna Uno

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNAPALLACANESTRO CANTU’
Stefan MarkovicWes Clark
Frank GainesCameron Young
Kyle WeemsAndrea Pecchia
Giampaolo RicciJeremiah Wilson
Julian GambleKevarrious Hayes

COME STA CANTU’: momento molto complicato in casa canturina. Gli uomini di Cesare Pancotto a inizio novembre avevano colto una vittoria esterna a Cremona che sembrava poter mettere il loro cammino in discesa. Da lì, però, sono arrivati tre KO filati molto pesanti. Di cui due con dirette concorrenti alla salvezza (Roma in casa e Pistoia in trasferta). Il coach canturino ha predicato calma dopo l’ultima sconfitta, con tanti sprechi, tra le proprie mura con la Fortitudo, ma certo il clima in casa Acqua San Bernardo non è dei migliori.

Gli highlights del KO di domenica scorsa

Chi vincerà domenica?

View Results

Loading ... Loading ...

CINQUE APPUNTI SULLA PARTITA

1. Un attacco che fatica a creare

I problemi per Cantù nascono soprattutto nella metà campo offensiva, dove i biancoblù hanno davvero grande difficoltà ha creare tiri ad alta percentuale. Tredicesimi per percentuali di tiro da due, ultimi nel tiro da tre. C’è grande fatica a liberare i tiratori, spesso si finisce per prendere conclusioni contestate dalla difesa. I soli 71 punti di media sono la logica conseguenza, non giustificati dai bassi ritmi tenuti in campo (69,8 possessi per partita, meno di tutti in serie A).

2. Wes Clark per ora non accende la luce

L’attacco poco efficiente deriva anche da una stagione fin qua deludente di Wes Clark. Play titolare, l’anno scorso lasciato a piedi da un infortunio a Brindisi nella sua stagione d’esordio in Europa. Gestisce la maggior parte dei possessi canturini, ma lo fa con poco contributo in termini di punti (30% al tiro con meno di dieci punti di media e 86 di rating offensivo), che non bilancia con un contributo sostanziale in termine di assist e ritmo dato ai compagni: 3,8 asssit in quasi 28′ a partita.

3. In difesa l’ancora è Kevarrious Hayes

Il miglior giocatore di Cantù, ad oggi, è senza dubbio il centro Kevarrious Hayes. Rookie uscito da Florida, dotato di un fisico davvero notevole. E’ ancora molto grezzo, ma in termini di protezione difensiva dà già un contributo vitale ai suoi compagni. Atletico, quindi mobile. Sta aumentando la sua comprensione del gioco, specialmente sui pick & roll. 2,7 stoppate di media fin qua. In attacco si limita soprattutto a muoversi come bersaglio dei pick & roll. Molto abile anche a rimbalzo offensivo. Sarà un cliente scomodo.

4. Dalla panchina l’uomo più pericoloso è Jason Burnell

L’ha imparato sulla sua pelle la Fortitudo, a cui ha timbrato 29 punti con 7/9 da due e 5/5 da tre. Certo, è stato un exploit e il suo rendimento non è sempre quello. Ma è esemplificativo del suo ruolo, come uomo che porta impatto uscendo dalla panca. Quattro che mischia la capacità di aprirsi per segnare da tre, anche se il 5/5 con la F non è la regola, a discrete capacità di gioco in post. Andrà sicuramente tenuto d’occhio per non concedere opzioni aggiuntive a un attacco di per sè non spumeggiante.

5. Come sta andando Andrea Pecchia?

Forse il nome più accostato alla Virtus in questo inizio di stagione, parlando di mercato. Ma come sta andando il primo campionato intero in massima serie di Andrea Pecchia? Per ora si può dire abbastanza bene. Pancotto gli ha dato subito minuti (quasi 25′), senza caricarlo però di troppe responsabilità offensive. Lui sta ripagando con una discreta efficienza (50% al tiro, 116 di rating offensivo, 106 difensivo) e numeri non disprezzabili (otto punti e quattro rimbalzi). La pecca più grossa, al momento, resta il tiro (appena sopra al 30% d tre), mentre fisicamente si sta dimostrando all’altezza. In difesa qualche difficoltà, specie contro avversari dai piedi più rapidi. Ma tutto sommato a Cantù possono essere soddisfatti della scelta fatta.

La situazione in classifica a tre giornate dal termine

Virtus Bologna
Tempo di lettura 2 minuti
412 letto

Tre partite alla fine del campionato. Gare determinanti per la Virtus, da trattare, nel vero senso della parola, come tre finali.

Una sconfitta equivarrebbe all’essere fuori da ogni discorso playoff, già molto complicato adesso, nonostante la Virtus arrivasse alla volata finale con ottime prerogative.

Si parte da stasera contro Brescia, a pari punti coi bianconeri in classifica e lei pure alla ricerca di una rimonta quasi miracolosa.

Vediamo allora il quadro completo della situazione a 120′ (salvo supplementari) dal termine.

La tabella è opera di Ennio Terrasi Borghesan, che potete trovare su Twitter all’account @ennioterbo

Con tre partite da giocare ci sono quattro punti da recuperare a una tra Avellino e Sassari. Tenendo d’occhio Varese e Cantù che hanno una vittoria in più.

Va da se che il compito sia arduo ai limiti dell’impossibile, ma cerchiamo di vedere i, pochi, lati positivi.

  • La Virtus ha confronto diretto a favore con tre dell quattro squadre che la precedono (Varese, Cantù, Avellino), quindi in una situazione di arrivo a pari punti sarebbe messa abbastanza bene;
  • Avellino e Cantù hanno un calendario non semplice: la Scandone incontra in trasferta Milano e Pistoia e, in mezzo, riceve Brindisi, mentre Cantù dovrà far visita a Pistoia e Sassari;
  • Varese, al contrario, prima dell’ultima al Paladozza, ha due gare casalinghe abbordabili con Pesaro e Pistoia. Ma, appunto, chiude al Paladozza, con la Virtus che all’andata ha sbancato Masnago;
  • Volendo essere molto (ma molto) ottimisti, si può guardare anche al duo Trieste-Trento, oggi a quota 32 punti. Entrambe hanno un calendario molto complicato da qui alla fine e possono rischiare lo 0/3 (improbabile ma possibile). Per di più Trento sarà a Bologna domenica e, quindi, la Virtus potrebbe ottenere lo scontro diretto a favore, oltre ad averlo anche con Trieste;

Ora le note negative:

  • Se perdi a Brescia tutto questo conta zero.

E non serve aggiungere altro.

I bianconeri si sono messi in questa situazione con le loro stesse mani e ora, come normale che sia, per risalire devono essere perfetti. Vincendo sempre e sperando.

Sapendo che, comunque, potrebbe non bastare.

Recap Cantù-Virtus: Punter si veste da supereroe, ma la Segafredo non sa più vincere

Legabasket Serie A Logo
Tempo di lettura < 1 minuto
217 letto

Perde ancora la Virtus, che gioca la solita partita difensiva inconsistente in difesa, concedendo l’impossibile a Cantù. Padroni di casa avanti comodamente nel terzo quarto, prima di una scarica incredibile di Kevin Punter, che rimette in scia i bianconeri. Come al solito, però, manca la lucidità per mettere l’ultima giocata decisiva.

RISULTATO FINALE: sconfitta per 96-94.

CANTU’
VIRTUS
96PUNTEGGIO FINALE94
20PRIMO QUARTO22
42 (22)SECONDO QUARTO42 (20)
68 (26)TERZO QUARTO 62 (62)
96 (28)QUARTO QUARTO32 (94)
SUPPLEMENTARI
11MASSIMO VANTAGGIO4
6CAMBI VANTAGGIO5
23’36”TEMPO IN VANTAGGIO7’02”

FATTORE X DELLA GARA: A un minuto dalla fine la Virtus arriva al -1 palla in mano. E’ il possesso decisivo, ma finisce con una palla persa malamente. Da lì, Cantù chiude i giochi dalla lunetta.

IL TABELLINO

CANTU’: GAINES Frank 23, CARR Tony 12, BLAKES Gerry 18, BAPARAPÈ Biram NE, PARRILLO Salvatore, DAVIS Shaheed 7, TASSONE Maurizio NE, LA TORRE Andrea 2, OLGIATI Lorenzo NE, PAPPALARDO Luca NE, STONE Tyler 7, JEFFERSON Davon 27. All. Brienza

VIRTUS: PUNTER Kevin 36, MARTIN Kelvin 7, MOREIRA Yanick 4, PAJOLA Alessandro, TAYLOR Tony 8, BALDI ROSSI Filippo NE, CAPPELLETTI Alessandro, KRAVIC Dejan 9, ARADORI Pietro 14, BERTI Matteo NE, M’BAYE Amath 13, COURNOOH David Reginald 3. All. Sacripanti

STATISTICHE DEI SINGOLI

CANTU’VIRTUS
27 JeffersonPUNTI36 Punter
9 JeffersonRIMBALZI7 Kravic
5 CarrASSIST5 Taylor
4 BlakesPALLE PERSE5 Aradori
5 con unaPALLE RECUPERATE2 Kravic
2 GainesSTOPPATE3 Kravic
30 JeffersonVALUTAZIONE38 Punter
8 Carr e La Torre+/-3 Punter, Taylor e Kravic

STATISTICHE DI GIOCO

CANTU’VIRTUS
31/51 (61%)Tiri da 222/35 (63%)
5/15 (33%)Tiri da 310/26 (39%)
19/25 (76%)Tiri liberi 20/25 (80%)
26Rimbalzi difensivi23
10Rimbalzi offensivi6
36Rimbalzi totali29
12Assist13
12Palle perse14
5Palle recuperate5
3Stoppate3
24Falli22

PINO SACRIPANTI NEL POST PARTITA

VOTA CON NOI!

[Total_Soft_Poll id=”9″]

PROSSIMO IMPEGNO

Si torna in campo mercoledì 13, alle 20.30, con la decisiva partita di ritorno contro Le Mans, per gli ottavi di finale Champions League.