Pre partita Strasburgo – Virtus: primo potenziale match point europeo

Champions League
Tempo di lettura 3 minuti
296 letto

Penultimo turno di regular season Champions League per la Virtus, che va in casa di un irriconoscibile Strasburgo per cercare una vittoria che potrebbe già significare (in caso di sconfitta del Promitheas) primo posto matematico.

GAME INFO

Quando: martedì 29 gennaio, ore 20:30

Dove: Rhenùs Sport, Strasburgo

TV: Eurosport Player

Classifica: Virtus prima con nove vittorie e tre sconfitte, con una partita di vantaggio su Patrasso. Strasburgo attualmente quinta con sei vittorie e altrettante sconfitte.

PROBABILI QUINTETTI

IG STRASBURGOVIRTUS BOLOGNA
Mike Green Tony Taylor
Quentin Serròn Kevin Punter
Mardy CollinsPietro Aradori
Florent PietrusAmath M’Baye
Youssoupha FallBrian Qvale

INDISPONIBILI

STRASBURGO: Nessuno

VIRTUS: Cournooh

Andamento Strasburgo: I francesi, che in avvio di competizione si presentavano, insieme al Besiktas, come gli avversari più ostici del girone e che all’andata fecero ottima impressione al Paladozza, sono in un tunnel che pare senza fine. Sette sconfitte nelle ultime otto partite, spogliatoio sotto sopra, con anche un violento litigio in allenamento arrivato alle mani tra diversi giocatori recentemente. Strasburgo nell’ultimo mese ha compromesso quanto di buono fatto in patria e in Champions: al 22 di dicembre gli uomini di Collet erano 9-4 in campionato e 6-3 in Champions. Il bilancio ora dice 10-8 nella Jeep League transalpina e 6-6 in Coppa. L’ultimo turno di campionato ha riservato un umiliante 98-57 sul campo del Pau Orthez.

Gli highlights dell’ultima pesantissima sconfitta in campionato

PRONOSTICO VNERA: Strasburgo 45% Virtus 55%

QUOTE DELLA PARTITA: Strasburgo 1.86 Virtus 1.80 (quote riferite al testa a testa)

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU STRASBURGO

1. Green-Collins: i problemi partono dalla regia

Mike Green in playmaker e Mardy Collins in guardia (che ha saltato qualche partita per via di un infortunio) dovevano essere il motore di questa squadra. E per un periodo lo sono anche stati. Ma poi, iniziato il crollo, sul banco degli imputati sono saliti loro per primi. Nessuno dei due sta dando un rendimento efficiente. Il primo sta producendo una stagione da 9.7 punti col 33% dal campo e -6.6 di net rating in Champions. Il secondo, forse, fa anche peggio: 10 punti col 35% al tiro, col 18% da tre è un agghiacciante 79.6 di offensive rating in Coppa. Vediamo di non rianimarli.

2. Ritmi bassi e pedalare

Strasburgo è una delle squadra che abbassa maggiormente i ritmi in tutta la competizione: 70,8 possessi in media a partita. Un dato dovuto anche al fatto di dover “aspettare” in attacco un lungo pesante e imponente come Youssoupha Fall. Una scelta che, come vedremo subito, ha un senso.

3. Nel marasma la certezza è Fall

Nel caos attuale della squadra di Vincent Collett, l’unico che non solo si sta tenendo a galla, ma inizia a emergere di prepotenza, è il giovane centro senegalese di 223 centimetri Youssoupha Fall, in prestito dal Baskonia. In queste ultime otto partite, dove Strasburgo ha imbarcato acqua da tutte le parti, lui ha prodotto oltre 12 punti di media, con 7 rimbalzi, 1.3 stoppate e il 64% dal campo in 23′. In stagione viaggia a 119.6 di rating offensivo e 106.3 difensivo. E’ lui l’uomo da contenere a tutti i costi.

4. Quante palle perse!

Strasburgo è terzultima in Champions League per percentuale di palle perse perse sui possessi giocati: 17,4%. E il dito dell’accusa torna a posarsi sul duo Green-Collins visto in precedenza: 24.3% il dato del play ex Cantù (quinto peggiore tra i playmaker della competizione), 18% per la guardia compagno di Brian Qvale a Kuban l’anno passato.

5. A rimbalzo offensivo si fanno sentire

Male nella gestione del pallone, bene a rimbalzo offensivo. I francesi sono settimi per percentuale di rimbalzi offensivi catturati, con il 29%. Ovviamente, gran parte del merito va ancora a Fall che con il suo 17.3% di offensive rebound percentage (19.9 complessivo in stagione) è quinto nella competizione per quanto riguarda questo dato. Anche all’andata la Segafredo faticò a contenere gli avversari sotto i ferri. Stasera servirà l’impegno di tutto il reparto lunghi.

Pre partita Virtus – Besiktas: vincere per aver più chance di primo posto nel girone

Champions League

Tempo di lettura 2 minuti

217 letto

La Virtus dopo la bella vittoria contro Trieste, ritorna al Paladozza e incontra i turchi del Besiktas.

GAME INFO

Quando: mercoledì 23 gennaio, ore 20:30

Dove: Paladozza, Bologna

TV: Eurosport Player

Classifica: La Virtus è salda al primo posto con 20 punti, a due lunghezze da Patrasso.

PROBABILI QUINTETTI

VIRTUS BOLOGNA  BESIKTAS
Tony Taylor Phil Pressley
Kevin Punter Jason Rich
Pietro Aradori Burak Yildizli
Amath M’Baye Erkan Veyseloglu
Yanick Moreira Ivan Buva

INDISPONIBILI

VIRTUS: Cournooh

BESIKTAS: nessuno

Andamento Besiktas: Imbattuta in coppa nel 2019, ha vinto contro squadre importanti nel girone come Strasburgo e Patrasso, quindi avversaria molto temibile.

PRONOSTICO VNERA: Virtus 55% Besiktas 45%

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SUL BESIKTAS

1.GOOD TEAM KILLER

Eravamo stupiti al termine del girone d’andata vedere questa squadra così sotto di posizione nel girone e infatti nel 2019, la squadra allenata da Ivanovic ha cambiato marcia battendo Strasburgo in trasferta e vincendo contro Patrasso in casa ed è al momento imbattuta, quindi bisogna stare attenti.

2.Non hanno giocato in campionato, quindi arrivano più riposati

La bella vittoria in casa contro Patrasso è l’ultima giocata, quindi hanno avuto ben 8 giorni per allenarsi e prepararsi per questa partita: può essere un fattore o no, sarà il campo a decidere.

3.ATTENTI A QUEI DUE

Ivan Buva e Jason Rich entrambi ex giocatori allenati da Pino Sacripanti. Questa coppia in attacco è molto temibile: l’americano è 12º assoluto per punti segnati con 15.3 punti a gara, mentre il croato è 17º con 15.1 a referto ad ogni allacciata di scarpe quindi entrambi garantiscono 30 dei 78 fatti in Basketball Champions League.

4.TAGLIAFUORI? NO GRAZIE

Incredibile ma abbiamo trovato una squadra che va rimbalzo peggio di noi! Sono infatti ultimi per rimbalzi catturati a partita con ben 20.7 palloni, in particolar modo in attacco dove catturano solo il 17.1%

Moreira Kravic e forse Qvale quindi dovranno fare la partita sotto canestro per garantire alla Virtus secondi possessi fondamentali e far stancare ancora di più la squadra turca.

5.SI PASSANO BENE LA PALLA

Dusko Ivanovic ama far correre la sua squadra ma ama coinvolgere tanto i suoi giocatori con schemi, sebbene questa squadra disponga di americani che sono molto bravi a crearsi un tiro e la nona squadra in tutta la Champions League per assist fatti, con un intrigante 64,9% di Assist in percentuale su 100 possessi.

Pre partita Varese – Virtus Bologna: trasferta difficile ma non impossibile

Virtus
Tempo di lettura 2 minuti
275 letto

La Virtus dopo l’importante sofferta vittoria contro Olimpia Lubiana, incontra nella decisiva sfida per l’accesso per le final eight, Varese in trasferta

GAME INFO

Quando: domenica 13 gennaio, ore 20.45

Dove: Enerxenia, Varese

TV: Eurosport Player e Rai Sport

Classifica: Virtus è all’ottavo posto, dopo aver battuto Brescia all’Unipol Arena mentre Varese è incredibilmente quarta in cerca di riscatto dopo aver subito in trasferta la pesantissima sconfitta contro OriOra Pistoia.

PROBABILI QUINTETTI

VARESE VIRTUS BOLOGNA
Ronald Moore Tony Taylor
Aleska Avramovic Kevin Punter
Thomas ScrubbPietro Aradori
Dominique ArchieAmath M’Baye
Tyler CainDejan Kravic

INDISPONIBILI

Varese: nessuno

Virtus: nessuno finalmente

Andamento Varese: La squadra vista contro Groningen e contro Pistoia è una squadra in difficoltà in attacco, mentre in difesa è ancora adesso una delle migliori del campionato; mette molta fisicità con le loro ali e ha un Tyler Cain devastante sottocanestro.

PRONOSTICO VNERA: Varese 45% Virtus 55%

QUOTE DELLA PARTITA: VARESE 1.34 BOLOGNA 3.20

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU VARESE

1. Che difesa….

La prima cosa che salta agliagli occhi è l’ottima difesa della squadra allenata da coach Caja, solo 72 punti subiti a gara e seconda miglior difesa del campionato

http://www.facebook.com/347046618717480/posts/1990372817718177/

2. Come si ferma Cain?

È arrivato Moreira voi dite….

ma se parliamo di questo giocatore a livello statistico troviamo il miglior tiratore in percentuale da due del campionato e il terzo miglior rimbalzista del campionato.

Mica poco eh…

3. Non corrono ma sono efficaci

Varese è ultima in quanto numeri di possessi creati a partita (70.4 contro i 72.8 nostro) e penultima per punti segnati (77,7 contro 81,1) ma è molto brava a partire in contropiede: è quarta in campionato come stoppate date e palle recuperate a partita che la rendono un attacco estremamente performante vedendo la loro posizione di classifica.

Ed ecco quelle avanzate… così sembrate ancora più nerd #vnera #vn3r4

Pubblicato da V Nera su Venerdì 11 gennaio 2019

4. Solito problema : i rimbalzi

Abbiamo detto della pericolosità di Cain ma è anche una squadra che va rimbalzo molto bene, infatti la percentuale di recupero dei palloni vaganti in attacco e in difesa è tra le migliori 3 del campionato.

Nel proprio canestro catturano ben 73.1% (secondi in campionato) in quello avversario il 31,6% (terzo 😞)…

5. AAAvramovic

Il giocatore dal 2016 a Varese nelle ultimi stagioni è letteralmente esploso ed è secondo me la chiave della partita controllarlo; il numero quattro serbo è infatti quinto in campionato per plus minus quindi vuol dire che quando è in campo fa le cose giuste al momento giusto per tutta la squadra rendendolo fondamentale per la squadra biancorossa

Virtus Bologna – Reggio Emilia: il post partita di Vnera

Virtus
Tempo di lettura 3 minuti
267 letto

Il Natale regala una vittoria alla Segafredo Bologna che batte Reggio Emilia lapidando però vantaggi considerevoli. Sul finale, però, Punter vince la gara con tre giocate da fuoriclasse.

GAME INFO

RISULTATO: vittoria per 81 a 69.

ANDAMENTO: la VNera parte forte passandosi la palla e dopo 5′ è sopra di 10 punti (17-7). Allen e Rivers non ci stanno e insieme a Llompart si riavvicinano. Dopo il primo tempo la V è sopra di un solo punto (41-40); nella ripresa la Segafredo difende forte e Reggio ne subisce l’aggressività. I bianconeri però sprecano tanto, dilapidando un +9 (65-56) a 5’dalla fine. Allen con la tripla pareggia l’incontro (67-67) a due minuti dalla fine, fino allo show di Punter sul finale, che propizia il 12-0 finale che porta all’81-69 del 40esimo.

L’andamento di offensive rating e punteggio della partita

FATTORE X DELLA PARTITA: Le due triple di Kevin Punter dopo 6 errori consecutivi al tiro negli ultimi due minuti della partita.

CLASSIFICA: In attesa delle partite di oggi, la Virtus riagguanta momentaneamente l’ottavo posto con la sesta vittoria in dodici partite.


PROSSIME PARTITE: La Virtus tornerà in campo il 30 dicembre alle 17.30 a Trento, per la tredicesima giornata di campionato

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI

STEFANO SACRIPANTI

5 APPUNTI SULLA PARTITA

1. Un quintetto da vedere più spesso

L’assenza di Pietro Aradori ha obbligato Sacripanti a dei cambi forzati in quanto a quintetto e rotazioni. Cournooh dentro subito per l’azzurro, in compagnia di Taylor, Punter, M’Baye e Qvale. Risultato? 36-20 pro Virtus di parziale in 23 possessi giocati. Un quintetto che in campionato non era mai stato schierato prima di ieri, ma che avevamo già visto in Champions. Il suo score totale fin qui è un plus/minus di +22 con 128.5 di rating offensivo e 87.6 di defensive. Occorre rivederlo all’opera.

IL DETTAGLIO CAMPO/PANCHINA DEI GIOCATORI VIRTUS

2. E M’Baye da tre?

Sempre per via delle assenze il coach virtussino ha varato quintetti con M’Baye in posizione di tre. L’ex Milano ha giostrato assieme a Baldi Rossi e Kravic sotto canestro, mentre in guardia si sono alternati Pajola, Taylor e Punter. I risultati sono stati alterni. Difensivamente M’Baye ha dato dosi extra di copertura in area, mentre in attacco la fluidità talvolta ne ha risentito. In generale, comunque, in quei frangenti la gara è stata in equilibrio: 15-14 il parziale in favore degli ospiti. Soluzione magari non ottimale, ma su cui si può lavorare.

3. Miglior partita stagionale di Tony Taylor

Almeno in termini di valutazione. L’ex Banvit è stato un martello che ha punito con costanza la difesa reggiana. 19 punti, 8 assist e 32 di valutazione per lui, che dopo un periodo non sempre felicissimo infila una partita di quelle che ha dimostrato di avere in faretra.

4. Rating difensivo per la prima volta sotto quota 100

Prima partita dell’anno, in campionato, con rating difensivo che si ferma sotto il punto concesso a possesso. La Virtus, dopo gli scempi di Brindisi, ha certamente mostrato una faccia diversa, facendo capire di aver imparato la lezione. 96.8 il rating offensivo concesso alla Grissin Bon. E la dimostrazione, ulteriore, che una difesa solida può salvarti anche nelle serate in cui l’attacco ha momenti in cui batte in testa.

IL DETTAGLIO DEI QUINTETTI SCHIERATI DALLA VIRTUS

5. Salgono gli assist

L’attacco Virtus non è stato continuo (28, 13, 16, 24 punti nei quattro periodi), ma, nei suoi momenti migliori ha mostrato una fluidità che non si vedeva da tempo. Il dato degli assist, in tal senso, è indicativo: 14, su 29 canestri. Il numero migliore dalla vittoria con Cantù.

Sorry, there are no polls available at the moment.

Pre partita Virtus Bologna – Reggio Emilia: vincere bene per spegnere le critiche

Virtus
Tempo di lettura 2 minuti
273 letto

Non c’è tempo per arrabbiarsi sulla terribile sconfitta di Brindisi domani bisogna vincere in campionato, senza Aradori e Martin contro la Grissin Bon Reggio Emilia in un momento molto delicato.

GAME INFO

Quando: sabato 25 dicembre, ore 21.00

Dove: Unipol Arena, Bologna

TV: Eurosport Player

Classifica: Virtus è nona con cinque vittorie in undici partite, in compagnia di Brescia.

PROBABILI QUINTETTI

GRISSIN BON REGGIO EMILIA VIRTUS BOLOGNA
Leonardo Candi Tony Taylor
Kc Rivers Kevin Punter
Pedro Llompart David Cournooh
Pablo Aguilar Amath M’Baye
Riccardo Cervi Brian Qvale

INDISPONIBILI

Reggio Emilia: nessuno

Virtus: Kelvin Martin, Pietro Aradori

Andamento Reggio Emilia:

I reggiani sono in un gran brutto momento. Arrivano a Casalecchio dopo due sconfitte consecutive, con un record di 3-8. Domenica scorsa hanno perso in casa contro Trieste inseguendo metà della partita ed arrivando fino a due punti di distacco nell’ultimo quarto ma poi l’ex Wright ha consegnato la vittoria ai veneti. Brutta sconfitta e posizione quella di coach Cagnardi in bilico anche dopo l’arrivo di Bryon Allen da Brescia.

PRONOSTICO VNERA: Virtus 51% Reggio Emilia 49%

VOTATE CON NOI!

Sorry, there are no polls available at the moment.

5 APPUNTI SU REGGIO EMILIA

1. Cambiato tanto e quindi difficile fare uno scouting su di loro

Ultimo posto e tre americani già cambiati, l’equilibrio offensivo è il principale problema per gli uomini di Cagnardi, così come è difficile capire quali saranno le rotazioni in campo: la Virtus deve cambiare anche lei qualcosa in campo e forse ha trovato la squadra ideale per stravolgere il game plan.

2. Non fanno canestro

Andato via Ledo che era il principale offensivo biancorosso, la sostituzione con Rivers ed il nuovo Allen è ancora tutta da vedere, la Reggiana infatti segna pochissimo solo 77.8 punti di media ed è penultima in percentuale al tiro in tutto il campionato (43%), una discreta difesa può fermarli, sicuramente migliore di quella vista a Brindisi magari fermando Llompart uno dei migliori assist man di A.

3. Faticano al rimbalzo offensivo.

Reggio Emilia è penultima con ben 9.1 palloni catturati in fase offensiva a partita e penultimo posto in campionato. Un avversario ideale anche per riscattare le difficoltà dei nostri esterni al rimbalzo in attacco.

4. Difesa ballerina ma non siamo peggio

Ultimo posto e tantissimi problemi in difesa con 83.7 punti subiti a partita, noi però al momento siamo i peggiori in Legabasket con 85.4 di media sul tabellone avversario. Candi è il più positivo in difesa con 1.7 palloni catturati e top10 della lega, ma dobbiamo passarci di più la palla e abbassare i ritmi solo così possiamo fargli veramente male.

5. Quarti in stoppate attenzione!

Elonu e Cervi in area si fanno rispettare solamente con le stoppate, portare fuori entrambi i giocatori in area ti permette facili conclusioni al ferro, ideali per segnare canestri semplici e controllare il ritmo in attacco.