#VIRTUS #BOLOGNA – Orlandina il post partita

Tempo di lettura 1 minuto
150 letto

Sesta vittoria nelle ultime sette partite, terza vittoria consecutiva: 20 punti e quinto posto in classifica.

Senza Klaudio Ndoja e Alessandro Gentile la Virtus ha dominato nell’ultima partita contro l’Orlandina andando in vantaggio 39 minuti su 40.

Aradori e Baldi Rossi dopo le fatiche in Nazionale stanno crescendo sempre più e uno Slaughter in enorme crescita e più coinvolto in attacco sta facendo tutta la differenza del mondo, anche in difesa.

Dopo la batosta contro Avellino, la

Virtus ha reagito concedendo 75 punti di media e segnando regolarmente sopra gli 80.

Ok nelle ultime tre partite ci sono stati infortuni o espulsioni che hanno condizionato i nostri avversari ( Wright di Reggio, Sutton e Gutierrez di Trento, Stojanovic di Capo) ma siamo stati bravi a chiudere le partite negli ultimi minuti a differenze del girone d’andata.

Purtroppo la scelta di difendere tanto dentro l’area e non uscire forte in close-out su i tiri da tre, permette di vedere ogni giornata una prestazione monstre come ad esempio Markoshvili da 6/8, Sutton e Forray 3/4, Stojanovic 5/5 nel solo primo tempo, ma sono comunque serviti per vincere.

A differenza delle ultime due partite, le nostre transizioni difensive a sono migliorate concedendo solo 69 punti nel finale e in attacco non abbiamo avuto dei blackout.

Insomma tante cose positive, ma sabato sera in casa, arriva l’ultima in classifica Pesaro reduce da una sconfitta sul finale da Reggio.

Obbligatorio vincere per allungare la striscia e consolidare la nostra posizione in playoff.

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *