Virtus-Brindisi: il live dal PalaCiti di Parma per la finale del Memorial Bertolazzi

Tempo di lettura 3 minuti
1.183 letto

Live dal PalaCiti di Parma eccoci anche oggi per la finale del Memorial Bertolazzi che mette di fronte la Virtus alla Happy Casa Brindisi.

Riprendiamo il live dopo i problemi del primo tempo!

Dovremo aver risolto…

Qua il recap delle puntate precedenti.

Primo tempo che parte con una Virtus davvero molto fluida in attacco. M’Baye segna i primi cinque punti, mentre Qvale va a prendere rimbalzi sulla testa di Brown. 11-4 tutto loro e time out Vitucci.

Da lì la partita si sporca e diventa una bella battaglia. Ma la difesa Virtus è da guerra e ogni tiro di Brindisi è un’avventura.

21-11 Segafredo a fine primo quarto.

I secondi 10′ proseguono questo spartito: bel basket a sprazzi, ma soprattutto mazzate sotto canestro.

Tony Taylor mette un paio di giocate pregevoli e ancora si mette in luce in attacco Alessandro Cappelletti: un canestro e un bell’assist per lui.

M’Baye precisissimo è il primo ad andare in doppia cifra. Un paio di palle perse ingenue regalano quattro punti in contropiede a Brindisi, ma al 20esimo, con la prima tripla di un Punter abbastanza silente, è 36-27 Virtus.

Molto bene anche i primi possessi del secondo tempo: segnano Taylor, Punter e Qvale (su assist al bacio di Taylor). 42-29.

Un po’ di esperimenti per Sacripanti che sto provando a più riprese quintetti con Baldi Rossi da centro.

Virtus che va abbastanza a strappi. Dopo il bell’inizio almeno quattro palle perse consecutive tra falli in attacco e brutti passaggi. Primi due punti di Banks dalla lunetta. 42-33 Virtus a 5:56 da fine terzo quarto.

Tra le note di colore: Filo Baldi Rossi oggi in campo con una insolita maglia numero 21. Un Aradori sotto mentite spoglie…

Rottura prolungatissima della Virtus che in attacco non segna più: si è acceso Banks per Brindisi e dalla lunetta firma il 12-0 di parziale che riporta i suoi a -1.

Punter e Kravic entrambi con stoppata in difesa e canestro in attacco, ma è una tripla di Moraschini, nettamente il migliore dei suoi, a pareggiare a quota 46 con 2′ da giocare nel terzo quarto.

48 pari dopo 30 minuti. 14 punti Moraschini per Brindisi.

Quarti offensivi Virtus fin qua: 21, 15 ,12 punti. Difensivi: 11, 16, 21. Ora bisogna invertire il trend.

Trend che non si inverte. Anzi, Brindisi prende fiducia in attacco e trova due triple con Chappell e Rush e ora conduce 54-50, mentre la Segafredo in attacco è farraginosa e perde palloni a ripetizione.

Battaglia bellissima adesso. Ancora non si segna tanto, ma le squadra stanno dando tutto. E Sacripanti continua con gli esperimenti. Ora dentro Qvale e Kravic insieme. Brindisi avanti 61-59 con 4′ alla fine.

E la coppia di lunghi paga alla grande! Soprattutto con un Kravic scatenato che segna un paio di canestri pregevoli e pareggia a quota 61. Ci pensa poi Tayor dalla lunetta a sorpassare.

Parziale Virtus ispirato da un paio di robe pazzesche di Kelvin Martin che cancella due contropiedi di Brindisi con altrettante stoppate siderali. Di là ci pensa sempre Kravic: otto punti nel quarto e 64-61 Virtus a 1’17” dal termine.

Tripla del pareggio di Banks. Poi entra Martin, che l’azione dopo gli porta via palla. Ma in attacco Taylor la perde.

11″ alla fine e 64 pari. Palla a Brindisi dopo il time out.

Fallo di Martin nel tentativo di rubare palla a Banks sulla rimessa. Bonus Virtus e 2/2 ai liberi per Banks. 66-64 Brindisi con 10″ alla fine.

Taylor prende la responsabilità del tiro decisivo, ma sbaglia il piazzato da due punti per il possibile pareggio. Vince Brindisi 66-64.

Questi i tabellini

Nickfiumi

2 Comments

    • Yes, abbiamo avuto problemi con il sito, ma ora sembra tutto risolto. Speriamo che il secondo tempo fili liscio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *