VNera cambia pelle

Tempo di lettura 2 minuti
694 letto

Cari amici, come forse avete notato ultimamente, i contenuti di Vnera a volte escono in modo meno regolare. Saltiamo qualche pre, qualche post. I podcast non sono più settimanali ma escono più raramente.

La verità è che, ahinoi, non ce la facciamo più a stare dietro ai ritmi che questa bella, e finora esaltante, stagione della Virtus ci imporrebbe per fare un lavoro nel modo in cui ci piace farlo. Un “lavoro” che per noi è una passione, in nessun modo remunerata e che occupa una parte significativa del nostro tempo libero. Che richiede attenzione, per provare ad andare in profondità, anche – ma non solo – attraverso i numeri, che ci piacciono tanto. Per descrivere questo meraviglioso sport.

In questi anni ci sono successe molte cose belle, legate al basket. Davide scrive su Pianeta Basket ed è entrato a far parte in pianta stabile dello staff di Radio Bologna Uno. Nicolò è una delle voci e delle penne di una delle realtà più interessanti tra quelle che raccontano pallacanestro in Italia, Backdoor Podcast. Nicola è entrato a fare parte del team integrandosi dal primo secondo come se fosse sempre stato parte della famiglia, raccontando assieme assieme a noi, alla grande, quanto successo nell’ultimo anno e mezzo..

Per questo, visto che non riusciamo a garantire la continuità di contenuti che abbiamo avuto fin qua, abbiamo deciso che VNera, come titolato, cambierà pelle, almeno per un qualche tempo. Resterà un contenitore per raccontare la Virtus attraverso approfondimenti ed analisi legati a momenti particolari della stagione, con articoli tematici e sempre con il taglio che abbiamo cercato di dare. Con attenzione alle letture, al campo, alla tattica, ai numeri, ed una passione costante per la pallacanestro e per la nostra Virtus. Ma avrà una cadenza più scaglionata nel corso della settimana.

Tralasciando il racconto dettagliato di ogni singola partita, per privilegiare analisi complessive magari meno frequenti ma più qualitative. Restano i social, la nostra chat, il canale Telegram. Resta il podcast, anche lui come il sito, rivisitato in ottica più qualitativa.

Insomma, ci troverete sempre dove ci avete trovato fino ad oggi. Solo in dosi un po’ più ristrette!

Grazie a tutti quelli che ci hanno seguito nei pre, nei recap, nei post; speriamo di avere ancora parecchio da raccontarvi a livello di approfondimenti e di avere ancora il piacere di dialogare costantemente con tutti voi.

Redazione

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *