VNera season review: Aleksandar Djordjevic

Tempo di lettura 2 minuti
292 letto

Dopo tanto spettegolare su i giornali e dividere la stessa dirigenza in estate, Aleksandar Djordjevic è arrivato l’11 marzo 2019, in una situazione tutt’altro che rosea.

Il suo record, come potete leggere qua sotto nella tabella, è di 9 vittorie e 5 sconfitte, una percentuale di vittorie del 64,2%.

Risultati ottenuti in un periodo della stagione molto delicato e particolare, soprattutto perché doveva raggiungere gli obbiettivi dichiarati con solo un paio di mesi di lavoro a disposizione.

Rating Virtus con Djordjevic

CompetizioneOffensive RatingDefensive RatingNet RatingRecord
Complessivo104,799,35,49-5
Serie A104,5105,6-1,25-4
BCL105,187,817,34-1

IL MEGLIO DELLA STAGIONE

Tra i momenti migliori della Virtus allenata da Sasha Djordjevic sicuramente mettiamo la Final Four di Champions League, dove abbiamo visto una squadra completamente diversa da quella cui eravamo abituati. Soprattutto con principi difensivi opposti dal passato, ma ben definiti. Vincerla dominando è il ricordo più bello di questa stagione e fa ben sperare per il futuro con il tecnico serbo.

Con poco tempo per poter lavorare e partite ravvicinate la mano di Sasha si è vista soprattutto in difesa e nel controllo della gara. Il defensive rating (statistica avanzata che calcoli i punti subiti su cento possessi) è calato da 108,7 sotto coach Sacripanti ad un clamoroso 99,4 (Venezia, per dire, miglior difesa del campionato ha chiuso con 103). Questo anche grazie al controllo dei possessi offensivi, passati da 74 a 71,6, con l’intento di rallentare il gioco e controllare meglio i ritmi partita.

IL PEGGIO DELLA STAGIONE

L’attacco, purtroppo, non è andato di pari passo. L’offensive rating (statistica avanzata che calcola i punti prodotti ogni cento possessi) è sceso dal brillante 112,3 del suo predecessore a un asfittico 104,7. Di fatto producendo una differenza minima in termini di net rating rispetto a quanto visto con Sacripanti (+5,4 sotto Djordjevic rispetto al +3,6 di Pino).

A livello di partite, viene in mente il trittico pre Champions in campionato: le rovinose sconfitte con Pistoia e Brindisi e lo sfortunato KO di Brescia. Djordjevic chiude il campionato undicesimo a 30 punti, con un bilancio nelle nove gare finali di 5-4, mancando i playoff per quelle sconfitte, ma ereditando anche la pesante sconfitta nello scontro diretto con Cantù.

IL VOTO DI VNERA

In conclusione non possiamo che dare un voto positivo allo scorcio di stagione allenato da Djordjevic. Ha avuto poco tempo per mettere le mani su questa squadra, ma ha raggiunto un traguardo quasi insperato a marzo come la vittoria della Basketball Champions League.

Il nostro voto è 7.

Season review precedenti

Kevin Punter 7
Alessandro Pajola 6,5
Alessandro Cappelletti 6,5
Amath M’Baye 5,5
Tony Taylor 6
Dejan Kravic 7
Brian Qvale 6
Mario Chalmers 5,5
Yanick Moreira 6
Filippo Baldi Rossi 6
Pietro Aradori 5,5
David Cournooh 6
Kelvin Martin 6,5

Davide Trebbi

Più appassionato che blogger sulla palla spicchi. Bologna è dove sono nato a fine anni Ottanta. Virtussino fin dalla nascita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *